20 Novembre 2012
21:35

Un atroce sospetto uccide la vita e la dignità del maestro Lucas

Il maestro Lucas è amato da tutta la sua piccola comunità e dai suoi bambini. Ma una storia inventata lo metterà con le spalle al muro e rovinerà per sempre la sua vita e quella dei suoi cari.
A cura di Ciro Brandi
Il sospetto

Ecco uno di quei film che vi coinvolgeranno dal primo minuto fino all’ultimo. “Il sospetto” è un dramma profondo e carico d’emozione, diretto dallo straordinario Thomas Vinterberg, uno dei fondatori di Dogma 95, il movimento cinematografico che aveva l’obiettivo di purificare il cinema dagli effetti speciali e dagli investimenti miliardari, quindi rifiutare ogni espediente al di fuori di quello della camera a mano. Diciamo che nella sua produzione, il regista non ha poi rispettato tutte le regole che lui stesso si era dato, anche se comunque il suo è un cinema che punta principalmente sulla bravura degli attori e sulla suggestione degli scenari. Nel 1998, la sua pellicola “Festen – Festa in famiglia” – in cui un figlio accusa il padre di molestie sessuali verso lui e sua sorella –riceve il premio della giuria al Festival di Cannes. Quattordici anni dopo, Vinterberg si è ripresentato sulla Croisette con “Il sospetto”(“Jagten”, che tradotto significa “La caccia”) dove la tematica segue lo stesso filone del film del ’98, ma stavolta lo sfortunato protagonista è un maestro d’asilo che viene accusato di molestie dalla figlioletta del suo migliore amico. Un incubo che finirà col soffocarlo e lasciarlo senza speranza.

La trama

Il sospetto

Il maestro Lucas ha alle spalle un difficile divorzio, una nuova compagna, un cane che adora, e un nuovo lavoro, ed è in procinto di recuperare il rapporto col figlio adolescente, Marcus. L’uomo è amato da tutta la cittadina Ma un giorno arriva qualcosa che sconvolge definitivamente la sua vita. Durante le feste natalizie, una storia inventata, si diffonde a macchia d’olio: Klara, la figlia del suo migliore amico Theo, confessa alla direttrice di aver subìto molestie da parte del maestro. I sospetti prendono il sopravvento nella piccola comunità e inizia la caccia alle streghe in un’escalation di cattiveria che sfinirà Lucas, il quale si troverà totalmente solo a difendere la propria innocenza e dignità.

Il cast

Il sospetto

Nei panni del maestro Lucas, protagonista assoluta di questa toccante pellicola, c’è il sensazionale Mads Mikkelsen, attore danese apparso in “King Arthur”, “Casino Royale”, “Scontro tra titani” e “I tre moschettieri”. Il ruolo di Lucas gli è valso il premio per la miglior interpretazione maschile al Festival di Cannes 2012. Gli altri componenti del cast sono: Thomas Bo Larsen (Theo), Annika Wedderkopp (Klara), Lasse Fogelstrom (Marcus), Susse Wold (Grethe), Anne Louise Hassing (Agnes), Lars Ranthe (Bruun), Alexandra Rapaport (Nadja) e Ole Dupont (Godsejer).

Ecco
Ecco "Pezzali", la canzone che uccide la nostra generazione
2.650 di antofox
Mara Carfagna, prime parole da separata:
Mara Carfagna, prime parole da separata: "Ho la mia dignità"
Antonio Manco Dignità d'Informazione. Versione originale e non censurata
Antonio Manco Dignità d'Informazione. Versione originale e non censurata
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni