E’ quasi impossibile credere che Adam Sanlder compia 50 anni il 9 settembre, eppure, il simpatico “bamboccione” di Hollywood (parafrasando il titolo di una delle sue ultime pellicole) nasceva proprio nel 1966, a New York. Il tempo sembra non essere mai passato da quando calcava il palcoscenico del Saturday Night Show, negli anni ’90, fino a pellicole di successo come “Billy Madison”, “Big Daddy”, “50 volte il primo bacio”, “Cambia la tua vita con un click” e tantissime altre. Strapagato e amatissimo in tutto il mondo, l’attore ha anche un piccola collezione di Razzies (ben 9), ma questo non ha mai intralciato la sua carriera e, ad oggi, ha girato circa 40 film.

Il “Saturday Night Live” e i primi film.

Sandler è nato a Brooklyn, ma a soli 6 anni si trasferisce a Manchester, nel New Hampshire, dove consegue il diploma, per poi iscriversi alla New York University, laureandosi nel 1988. Sin da giovanissimo ha il pallino della recitazione, e, infatti già si esibiva al campus. Il debutto come attore avviene in televisione, nel 1987, in alcuni episodi della serie cult “I Robinson” e, subito dopo, viene notato dal comico Dennis Miller che lo spinge a trasferirsi a Los Angeles e lo raccomanda per il celebre “Saturday Night Show”. Sandler entra a far parte della trasmissione e diventa molto noto presso il pubblico americano. L’esordio sul grande schermo, invece, risale al 1989, con il film, “Going Overboard”, di Valerie Breiman, seguito da altre commedie come “Teste di cono”(1993) per la regia di Steve Barron; “Agenzia salvagente”(1994), di Nora Ephron e “Airheads – Una band da lanciare”(1994).

“Billy Madison” e le commedie di successo.

Il vero successo arrivò, nel 1995, con la commedia “Billy Madison”, diretta da Tamra Davis, in cui Sandler è anche autore della sceneggiatura. Il pubblico lo premia, ma la critica lo stronca aspramente, cosa a cui l’attore farà ampiamente abitudine. Altri successi al botteghino saranno: “Bulletproof”(1996), di Ernest Dickerson; “Un tipo imprevedibile”(1996), di Dennis Dugan; “Prima o poi me lo sposo”(1998), diretto da Frank Coraci, con Drew Barrymore e “Big Daddy – Un papà speciale”(1999), diretta sempre dal suo amico Dugan. Per quest’ultimo film, riceve un Razzie Award come Peggiore attore protagonista, ma poco importa, dato che sul set incontra anche la sua futura moglie, Jacqueline Samantha Titone, dalla quale avrà le figlie Sadie Madison e Sunny Madeline.

Gli anni Duemila.

Gli anni Duemila si aprono con “Little Nicky – Un diavolo a Manhattan”, con Harvey Keitel e Patricia Arquette. Nel 2002, gira “Ubriaco d’amore”, di Paul Thomas Anderson, con Emily Watson e Philip Seymour Hoffman, guadagnandosi una nomination ai Golden Glone, per poi passare sotto l’ala protettrice del regista Peter Segal, col quale gira “Terapia d’urto”(2003), “50 volte il primo bacio”(2004) e “L’altra sporca ultima meta”(2006). Successivamente, è il protagonista di “Cambia la tua vita con un click”(2006), di Frank Coraci, dove l’attore recita con  Kate Beckinsale e Christopher Walken e “Funny People”(200), di Judd Apatow. Dal 2010 in poi, gira il divertente “Un weekend da bamboccioni”, “Mia moglie per finta”(2011), “Jack & Jill” e il sequel “Un weekend da bamboccioni 2”(2013), tutti per la regia di Dennis Dugan. Nel 2014, invece, incontra ancora Drew Barrymore sul set della commedia romantica “Insieme per forza”, diretta da Frank Coraci.

Gli ultimi film e i progetti futuri.

Il 2014 è un anno ricco di lavoro per Sandler. L’attore gira anche “Men, Women & Children”, di Jason Reitman; “Mr Cobbler e la bottega magica”, di Thomas McCarthy, da poco arrivato nelle nostre sale ha un cameo in “Top Five”, di Chris Rock. Chris Columbus lo vuole come protagonista del suo originale “Pixels”, del 2015, mentre Coraci lo sceglie ancora per “The Ridiculous 6”, commedia distribuita, in tutto il mondo, da Netflix. Il 27 maggio, nelle sale USA è uscito il film “The Do-Over”, dove Sandler recita accanto a David Spade e, tra 2017 e 2018, lo vedremo nelle commedie “Yeh Din Ka Kissa”, di Noah Baumbach; “Sandy Wexler”, di Steven Brill e presterà la voce al personaggio di Dracula in “Hotel Transylvania 3”.