16:23

Robert Pattinson, Jessica Alba ed il successo: avvenenza o talento?

Il ricco week end di cinema porta in sala Robert Pattinson e Jessica Alba, un ottimo spunto per parlare un po degli aspetti del successo di un film e dell'attore che lo interpreta

Robert Pattinson, Jessica Alba ed il successo: avvenenza o talento?

Questo ricco Week end di cinema segna il ritorno nelle sale di due giovani attori molto amati dal grande pubblico. Jessica Alba e Robert Pattinson, rispettivamente in sala con Machete e Come l’acqua per gli elefanti, sono sicuramente due dei personaggi del mondo del cinema che meglio incarnano i sogni del loro pubblico di riferimento: Robert Pattinson, balzato all’attenzione del grande pubblico con la saga di Twilight, è entrato nell’immaginario della stragrande maggioranza delle adolescenti grazie al suo vampiro bello e sensibile che tenta di reprimere la propria natura per l’amore; mentre Jessica Alba, anche se non caratterizzata da un solo ruolo, grazie alla sua bellezza stratosferica è sicuramente da considerarsi uno dei volti più desiderati dal pubblico maschile. Prendiamo spunto da questi due personaggi per aprire una piccola riflessione su quanto conti allo stato dei fatti, la componente artistica nel cinema rispetto agli aspetti che potremmo definire “metacinematografici”, quali bellezza, popolarità, carisma e, anche e perché no?, agli aspetti del mero gossip.

Partiamo dal presupposto che questo tipo di dibattito è sempre stato fatto nel mondo del cinema, anche a sproposito, e tantissimi attori considerati solo belli si sono poi rivelati dei grandi interpreti, così come tanti altri non sono riusciti a ribaltare quest’opinione. Io sono dell’avviso che l’aspetto fisico sia un prerequisito standard per il mondo del cinema, sopratutto per quello d’oltre oceano, e se per alcune pellicole il canone estetico può essere derogato alle esigenze di copione, per altri è assolutamente imprescindibile. Ma è altrettanto vero che senza un adeguato script e un adeguato personaggio anche per l’attore più bello  è impossibile raggiungere i vertici dello stardome hollywoodiano. Nella fattispecie l’esempio Robert Pattinson Twilight è emblematico: bello lui ma anche supportato dal personaggio di Edward Cullen, capace di mescolare tutti gli aspetti più attrattivi per un’adolescente. Discorso leggermente differente va fatto per Jessica Alba, l’attrice non ha mai potuto contare su di un ruolo così caratterizzante come quello interpretato dal suo collega e nemmeno di un film di successo come Twilight cui associarle il nome in modo assoluto, nonostante questo la neo 30enne, il 28 aprile ha compiuto gli anni, è un nome di grandissimo richiamo che non ha bisogno di presentazioni, grazie anche ad una lunghissima gavetta televisiva e un gran numero di pellicole di medio successo.

Nella realtà dei fatti a nessuno dei due è stato ancora dato modo di “affermare” la propria personalità artistica, nel corso degli anni molti altri attori a cui era stata appiccicata l’etichetta di “bellocci” hanno potuto dimostrare un certo valore, Leonardo di Caprio da teen idol adatto solo per commedie melense e romantiche grazie all’opportunità concessagli da Scorsese, ad esempio, si è affamato come attore a tutto tondo, allo stesso modo anche Sharon Stone, è riuscita ad uscire dal quel ruolo di femme fatale per affermarsi ottima interprete, l’elenco è lungo ma i due esempi sono abbastanza emblematici.

Come dicevo oltre all’estetica ci sono molti altri aspetti che sanciscono il successo di un film e la notorietà di un personaggio, Linsdey Lohan ad esempio ha abiurato il suo ruolo di attrice per dedicarsi anima e corpo a quello di regina del gossip, anche lei torna al cinema in questi gironi con Machete. Così come molti altri film italiani, riescono ad ottenere il grande successo sfruttando più che la qualità della pellicola il traino di un successo televisivo, Checco Zalone ed i cinepanettoni ne sono un esempio. Ma anche qui spesso senza il supporto di un buon copione o di una buona promozione anche il miglior traino non porta da nessuna parte, Belen Rodriguez ed Emilio Solfrizzi con Se sei così ti dico si ci testimoniano questa eventualità.

In fin dei conti nel mondo del cinema sarebbe bene distinguere tra film e fenomeni: i film rappresentano dei sinceri tentativi di raccontare storie, senza scomodare paroloni come arte che aprirebbero un dibattito molto più lungo. I fenomeni sono operazioni che sfruttano popolarità, bellezza e quant’altro al fine di gonfiare una bolla che vola via lasciando nel ricordo collettivo il nulla. Così come si dovrebbe tentare di distinguere tra attori e personaggi, ma qui la storia si complica: facendo un discorso serio ci si dovrebbe liberare dalla puzzetta sotto il naso e riflettere onestamente su quante occasioni siano state date a questo o quel personaggio, per dimostrare di essere un vero attore.

Approfondimenti: come l'acqua per gli elefanti, Jessica Alba, Leonardo Di Caprio, Machete, Robert Pattinson, Sharon Stone

commenta
STORIE INTERESSANTI
STORIE DEL GIORNO
FANPAGE D'AUTORE
ALTRE STORIE