Scelto il titolo che rappresenterà l'Italia agli Oscar 2018 nella categoria Miglior film straniero: si tratta di ‘A Ciambra' di Jonas Carpigano, film girato da un giovane regista italoamericano e prodotto, tra gli altri, nientemeno che da Martin Scorsese. Una pellicola anomala per il suo basso budget e la curiosa tematica affrontata, tra fiction e realtà: è la storia di una vera comunità rom, quella di Gioia Tauro, e gli attori sono tutti non professionisti, a partire dallo straordinario protagonista, il giovanissimo Pio Amato. Non resta ora che attendere il momento delle nomination agli Oscar previsto per il 23 gennaio, quando sapremo se "A Ciambra" sarà nella cinquina dei candidati. La cerimonia di premiazione si terrà a Los Angeles il 4 marzo 2018.

Il regista Jonas Carpigano ‘sotto shock per l'emozione'

Il regista del film Jonas Carpigano si è detto "sotto shock per l'emozione" ai microfoni di Repubblica:

Sono andato a dormire alle dieci di stamattina e a mezzogiorno mi hanno svegliato per darmi la notizia. Ero alla festa di San Cosimo e Damiano che è la più importante: ogni anno tutti gli zingari della zona, Rosarno, Catanzaro Gioia Tauro, Reggio si riuniscono dalle otto di sera  alle sette di mattina. Ho bevuto e ballato, poi sono andato a dormire. I santi hanno fatto un vero miracolo e infatti ho fatto male ad andare via, avrei dovuto restare lì e avere in diretta la notizia.

33enne italoamericano (nato da padre italiano e mamma afroamericana), Carpignano è cresciuto tra Roma e New York, ed è appena al suo secondo film, dopo "Mediterranea". "A Ciambra" è sbarcato in una manciata di sale lo scorso 31 agosto.

A Ciambra, la trama e il cast

"A Ciambra" si ambienta nella comunità rom del titolo, nei pressi di Gioia Tauro. Pio Amato è un ragazzino che, a soli 14 anni, cerca di crescere più in fretta possibile: beve, fuma ed è tra i pochi dei pochi in grado di integrarsi tra le varie realtà del luogo (italiani, immigrati africani, i membri della comunità rom). Pio segue ovunque suo fratello Cosimo, ma quando questo scompare il ragazzino dovrà capire se è veramente pronto a diventare un uomo. Il cast è formato dai componenti della famiglia Amato, composta da Pio, Iolanda e Damiano, e completato da Koudous Seihon.

I 14 titoli in competizione per l'Oscar

"A Ciambra" ha sbaragliato la concorrenza degli altri tredici titoli che, nella prima scrematura sulle uscite italiane dell'anno, vennero candidati come possibili rappresentanti agli Oscar: si tratta di "Cuori puri" di Roberto De Paolis, "L’equilibrio" di Vincenzo Marra, "Una famiglia" di Sebastiano Riso, "Fortunata" di Sergio Castellitto, "Gatta Cenerentola" di Alessandro Rak, Ivan Cappiello, Marino Guarnieri e Dario Sansone, "Ho amici in Paradiso" di Fabrizio Maria Cortese, "L’ora legale" di Salvatore Ficarra e Valentino Picone, "L’ordine delle cose" di Andrea Segre, "Sicilian Ghost Story" di Antonio Piazza e Fabio Grassadonia, "La stoffa dei sogni" di Gianfranco Cabiddu, "La tenerezza" di Gianni Amelio, "Tutto quello che vuoi" di Francesco Bruni e "La vita in comune" di Edoardo Winspeare.