21 Dicembre 2012
20:51

Cesare deve morire dei Taviani escluso dagli Oscar 2013

L’acclamato e pluripremiato film dei fratelli Taviani non sarà in gara ai prossimi Oscar. Nelle preselezione effettuata dall’Academy troviamo comunque otto pellicole europee su nove.
A cura di Ciro Brandi
Cesare deve morire

Cesare deve morire”, pellicola diretta dai fratelli Taviani, vincitrice dell’Orso d’oro al Festival di Berlino 2012 e di cinque David di Donatello, non sarà in gara agli Oscar 2013. Da poco sono stati resi noti i titoli dei nove film stranieri in lizza, in attesa poi di scoprire le cinque pellicole che si contenderanno l’ambita statuetta. E’ davvero un peccato, dato che è dal 2006, anno de “La bestia del cuore” di Cristina Comencini, che un film italiano non riesce ad entrare nella cinquina dei finalisti.

Tuttavia, la lista dei “fantastici 9” è composta quasi per intero da film europei. Ad eccezione di “No” del cileno Pablo Larrain, le altre pellicole sono: il commovente ed acclamato “Amour” di Michael Haneke (Austria), “War Witch” di Kim Nguyen (Canada), lo sbancabotteghino “Quasi amici” della coppia Olivier Nakache e Eric Toledano (Francia), “A Royal Affair” di Nikolaj Arcel (Danimarca), “The Deep” di Baltasar Kormakur (Islanda), “Kon-Tiki” di Joachim Ronning e Espen Sandberg (Norvegia), “Sister” di Ursula Meier (Svizzera) e “Oltre le colline” di Cristian Mungiu (Romania). Noi di Fanpage facciamo il tifo per Haneke e la coppia Nakache/Toledano, ma solo il 10 gennaio sapremo le nomination definitive.

Cesare deve Morire agli Oscar 2013
Cesare deve Morire agli Oscar 2013
Kathy Bates di 'Misery non deve morire' ricoverata per una mastectomia
Kathy Bates di 'Misery non deve morire' ricoverata per una mastectomia
Argo dopo il successo agli Oscar 2013 torna al cinema
Argo dopo il successo agli Oscar 2013 torna al cinema
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni