3 Giugno 2015
23:21

Ciak d’Oro 2015: trionfa “Il giovane favoloso” di Mario Martone

Il film di Mario Martone ha portato a casa ben 5 riconoscimenti, ma a vincere tre premi a testa sono stati anche Nanni Moretti per “Mia madre”, Ermanno Olmi per “Torneranno i prati”, mentre Francesco Munzi ne ha vinti due per “Anime nere”.
A cura di Ciro Brandi

Il giovane favoloso”, di Mario Martone, ha trionfato ai Ciak d’Oro portando a casa ben cinque premi: Miglior film, Miglior attore protagonista Elio Germano, Miglior sceneggiatura Mario Martone e Ippolita Di Majo, Migliori costumi Ursula Patzac e Miglior scenografia Giancarlo Muselli. A differenza di quanto accaduto al Festival di Cannes, Nanni Moretti stavolta non è andato a casa a mani vuote, dato che la redazione del mensile Ciak ha assegnato a “Mia madre” tre prestigiosi premi: Miglior regia, Migliore attrice non protagonista a Giulia Lazzarini, Migliore attrice protagonista a Margherita Buy. Si è trattato, comunque, del trionfo del cinema italiano con la “C” maiuscola, perché anche il maestro Ermanno Olmi è stato premiato per “Torneranno i prati” con tre riconoscimenti (Miglior fotografia, Miglior colonna sonora e Miglior produttore) mentre “Anime nere”, di Francesco Munzi, ha portato a casa i Ciak d'Oro per il Miglior montaggio e il Miglior sonoro in presa diretta.

 

Ciak d’Oro 2015, premiato il grande cinema

Quest’anno, l’ambito Ciak d'oro Classic è andato ai fratelli Paolo e Vittorio Taviani, mentre Alessandro Gassman è stato insignito del Superciak d’Oro grazie alle performance nei film “I nostri ragazzi”, “Il nome del figlio” e “Se Dio vuole”. Il Ciak-Alice Giovani, dedicato alle migliori pellicole italiane rivolte al mondo dei ragazzi, è andato a a “Il ragazzo invisibile”, diretto da Gabriele Salvatores. “Noi e la Giulia”, l’esilarante commedia di e con Edoardo Leo, si è aggiudicata due premi: Miglior rivelazione dell'anno e  Miglior attore non protagonista a Claudio Amendola. A Maria Pia Calzone è andato il Ciak Speciale Serial Movie per l’intenso ruolo di Donna Imma in “Gomorra – La serie”. Margherita Buy e  il regista Paolo Sorrentino hanno portato a casa un Ciak d’Oro speciale come personaggi più significativi degli ultimi tre decenni, assegnatogli direttamente dai lettori del mensile. Il premio al Miglior manifesto è andato a “Le meraviglie” di Alice Rohrwacher, quello per la  Migliore opera prima a “Short Skin” di Duccio Chiarini e il Ciak d’oro “Bello & Invisibile” è andato a Eleonora Danco per il suo “N-Capace”.

 
Globi d’Oro 2015: “Il Giovane Favoloso” è il Miglior Film. Ecco tutti i vincitori
Globi d’Oro 2015: “Il Giovane Favoloso” è il Miglior Film. Ecco tutti i vincitori
David di Donatello 2015: è gara tra “Anime nere” e “Il giovane favoloso”
David di Donatello 2015: è gara tra “Anime nere” e “Il giovane favoloso”
Nostalgia di Mario Martone con Pierfrancesco Favino rappresenterà l'Italia agli Oscar 2023
Nostalgia di Mario Martone con Pierfrancesco Favino rappresenterà l'Italia agli Oscar 2023
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni