Pif torna nelle sale con “Momenti di trascurabile felicità”, la nuova commedia di Daniele Luchetti basata sui romanzi di Francesco Piccolo in cui interpreta il ruolo di un uomo sposato e padre di famiglia che, dopo essere morto in un incidente, si ritrova in Paradiso. Una volta lì, però, gli viene concesso di tornare sulla Terra solo per 1 ora e 32 minuti in cui dovrà risolvere tutte le sue questioni in sospeso. Nei cinema ci saranno anche il thriller-horror psicologico “Escape Room”, che vi terrà col fiato sospeso dall’inizio alla fine e il drammatico “Boy Erased – Vite cancellate”, con Nicole Kidman e Russell Crowe, candidato a due Golden Globe.

“Momenti di trascurabile felicità”

Paolo è un uomo sposato e padre che muore prematuramente a seguito di un incidente in motorino. L’uomo si ritroverà in Paradiso ma proprio lì, gli sarà concesso di ritornare sulla Terra per 1 ora e 32 minuti per rispondere a quesiti insoluti del tipo: perché il primo taxi della fila non è mai davvero il primo? Perché il martello frangi vetro è chiuso spesso dentro una bacheca di vetro? E la frase: ti penso sempre, ma non tutti i giorni, che sembra bella, è davvero bella? Paolo dovrà anche fare i conti con altre cose più importanti della sua esistenza o perdersi solamente in momenti di trascurabile felicità.

“Escape Room”

Sei giocatori sono invitati alla Minos Escape Room di Chicago, in Illinois, per una sfida con un premio da  10.000 dollari. All'arrivo, tutti i loro dispositivi elettronici vengono confiscati e vengono portati in una sala d'attesa. Quando Ben, un magazziniere, tenta di andare via, i giocatori scoprono che la sala d'attesa è  parte integrante della sfida. Zoey, una studentessa di fisica, accidentalmente attiva una trappola che fa sì che la stanza diventi sempre più calda, così i giocatori si rendono conto che le trappole della escape room sono tutte letali. Da quel momento, avrà inizio il loro incubo.

“Boy Erased – Vite cancellate”

Joel Edgerton racconta la vera storia di Jared Eamons, figlio di un pastore battista di una piccola città dell'America rurale, che all'età di 19 anni ha deciso di aprirsi con i suoi genitori Marshall e Nancy, riguardo alle proprie preferenze sessuali. Temendo di perdere la famiglia, gli amici e la chiesa cui appartiene, Jared viene spinto a partecipare ad un programma di terapia di conversione. Mentre è lì, Jared entra in conflitto con il suo terapeuta e inizia per lui il viaggio alla ricerca della propria voce e per accettare il suo vero io.