Fede Álvarez (“La casa”, “Man in the Dark”) è il regista di “Millennium – Quello che non uccide”(“The Girl in the Spider's Web”), sequel del film del 2011 “Millennium – Uomini che odiano le donne”, con Daniel Craig e Rooney Mara. La pellicola è l'adattamento per il grande schermo dell’omonimo romanzo di David Lagercrantz, uscito nel 2015, che si pone come quarto capitolo dopo la saga di Stieg Larsson composta dai libri “Uomini che odiano le donne”(2005), “La ragazza che giocava con il fuoco”(2006) e “La regina dei castelli di carta”(2007), tutti usciti anche al cinema, nel 2009, con protagonista Noomi Rapace. A raccogliere il testimone delle precedenti protagoniste Mara e Rapace, adesso c’è Claire Foy nei panni dell’hacker Lisbeth Salander che, stavolta, sarà assoldata dallo scienziato Frans Balder per recuperare un software in grado di mettere in ginocchio il mondo intero. Presto, però, la Salander e il ritrovato giornalista Mikael Blomkvist, finiranno in una rete di spie e cyber criminali che cercano il loro stesso programma.

L’uruguaiano Alvarez ha voluto scrivere la sceneggiatura con Jay Basu e Steven Knight, affidando la fotografia e le scenografie a Pedro Luque e Eve Stewart. Le musiche, invece, sono state composte da Roque Baños e gli effetti speciali ideati da Gerd Nefzer. Tra i produttori esecutivi, spicca il nome di David Fincher. Con la Foy, nel film ci sono tra gli altri Sverrir Gudnason, Sylvia Hoeks, Lakeith Stanfield e Stephen Merchant. “Millenium – Quello che non uccide” sarà distribuito nelle nostre sale da Warner Bros. dal 31 ottobre.

La trama

L'abile e vendicativa hacker Lisbeth Salander, stavolta, sarà assoldata dallo scienziato informatico Frans Balder per una delicata operazione di recupero di un programma in grado di mettere in pericolo il mondo intero. Purtroppo, Lisbeth e il giornalista Mikael Blomkvist, che tornerà di nuovo nella sua vita, si ritroveranno intrappolati in una rete di spie e cyber criminali, capeggiati dagli Spiders, che vogliono naturalmente impossessarsi dello stesso programma.

Il cast

Claire Foy (Lisbeth Salander) è diventata nota presso il grande pubblico soprattutto grazie al ruolo di Elisabetta II nelle due prime stagioni della serie “The Crown”, che le ha fatto vincere un Emmy e un Golden Globe, ma è stata anche nel cast di “Ogni tuo respiro”, di Andy Serkis e “Unsane”, diretto da Steven Soderbergh. Sverrir Gudnason (Mikael Blomkvist), invece, è famoso per il ruolo di Pontus nella serie “Wallander” e per la parte di Björn Borg nel film “Borg McEnroe”, diretto da Janus Metz Pedersen. Gli altri attori che compongono il cast sono: Sylvia Hoeks (Camilla Salander), Lakeith Stanfield (Edwin Needham), Stephen Merchant (Frans Balder), Vicky Krieps (Erika Berger), Cameron Britton (Plague), Claes Bang, Synnøve Macody Lund, Andreja Pejić (Maria) e Beau Gadsdon (Lisbeth Salander bambina).

Le curiosità sul film che dovete sapere

1. Le riprese del film si sono svolte a a Berlino e a Stoccolma.

2. Prima di Claire Foy, la produzione aveva contattato Natalie Portman, Scarlett Johansson, Felicity Jones e Alicia Vikander per il ruolo principale ma le attrici aveva già impegni improrogabili.

3. Già nel 2015, era stato reso noto che David Fincher, Daniel Craig e Rooney Mara, regista e protagonisti del precedente film, non avrebbero preso parte a questo sequel.