Nel 2015, J.J. Abrams sbarcava nelle sale con “Star Wars: Episodio VII – Il Risveglio della Forza”, blockbuster di proporzioni bibliche che è riuscito a superare i due miliardi d’incassi. Il film si svolge 30 anni dopo gli eventi di “Episodio VI: Il Ritorno dello Jedi”. La pellicola racconta la nascita del sinistro Primo Ordine, nato dopo la distruzione della seconda Morte Nera e la caduta dell’Impero, con a capo il Leader Supremo Snoke e il suo braccio destro Kylo Ren. Il loro pericolo numero uno è l’ultimo dei cavalieri Jedi, Luke Skywalker, misteriosamente sparito da tempo. A cercarlo è anche sua sorella Leia che vede in lui l’unica possibilità di ristabilire pace e giustizia nella galassia. Per trovarlo, Leia ha inviato sul pianeta Jakku uno dei suoi più bravi e coraggiosi piloti, Poe Dameron. Da quel momento, avranno inizio le nuove avventure. I protagonisti principali sono Harrison Ford, Mark Hamill, Carrie Fisher, Adam Driver, Daisy Ridley, John Boyega, Andy Serkis e Oscar Isaac. Oltre al successo al botteghino, il film è stato candidato a 5 Oscar, ma ci sono 5 curiosità che, probabilmente, non sapevate.

1. Spielberg e i registi considerati prima di Abrams

Prima di J.J. Abrams, i registi considerati dalla produzione sono stati Matthew Vaughn, Steven Spielberg, Guillermo del Toro, Peter Jackson, Christopher Nolan, Ben Affleck, Joss Whedon, Brad Bird, Rian Johnson e James Cameron.

2. Gli incidenti di Abrams e Ford sul set

Come molti cinefili già sapranno, durante le riprese nell'estate 2014, Harrison Ford si è rotto la caviglia finita incastrata sotto il portellone del Millennium Falcon. Solo nel 2015, però, J.J. Abrams ha rivelato che anche lui si era procurato una forte lesione alla schiena mentre cercava di aiutare l’attore.

3. Nel film c’è anche Billie Lourd, figlia di Carrie Fisher

Billie Lourd, figlia di Carrie Fisher e dell’agente Bryan Lourd, fa parte del cast nel breve ruolo del Tenente Connix, che segna il suo esordio sul grande schermo. Ma l’attrice, classe 1982,  spinta dallo stesso J.J. Abrams, ha sostenuto un provino anche per la parte di Rey, poi andata alla più “rodata”, Daisy Ridley.

4. Le attrici considerate per il ruolo di Rey

Inizialmente, per il ruolo di Rey, sono state considerate anche Elizabeth Olsen, Jennifer Lawrence e Shailene Woodley. La Olsen, in particolare, ha rifiutato perfino di fare il provino perché aveva già un contratto con la Marvel per il ruolo di Scarlet e perché le date delle riprese per "Il risveglio della Forza" si sarebbero accavallate con quelle di "Avengers: Age of Ultron".

5. La proiezione per Daniel Fleetwood, malato terminale di cancro

Gli attori Mark Hamill e John Boyega chiesero a J.J. Abrams di poter mostrare il film in anteprima al Daniel Fleetwood, fan 32enne della saga a cui era stato diagnosticato un cancro terminale e che non avrebbe vissuto abbastanza a lungo fino alla data d’uscita ufficiale. La pellicola fu proiettata a casa di Fleetwood che morì il 10 novembre 2015, un mese prima dell’uscita negli Stati Uniti.