2 Febbraio 2016
23:45

Festival di Berlino 2016: il programma, la giuria e gli omaggi a Bowie, Scola e Rickman

La 66esima edizione del Festival tedesco – in programma dall’11 al 21 febbraio – sarà aperta da “Ave, Cesare!” dei Coen e la giuria, capitanata da Meryl Streep, sarà composta da Clive Owen, Lars Eidinger, Malgorzata Szumowska, Nick James, Brigitte Lacombe e dalla nostra Alba Rohrwacher. 19 sono le pellicole in concorso e l’unico film italiano in gara è “Fuocoammare”, diretto da Gianfranco Rosi.
A cura di Ciro Brandi

E’ tutto pronto, ormai, per la 66esima edizione del Festival di Berlino. La prestigiosa kermesse tedesca, in programma dall’11 al 21 febbraio e diretta da Dieter Kosslick, sarà aperta dal film “Ave, Cesare!” dei fratelli Coen e la Giura, presieduta dalla grande ed unica Meryl Streep, sarà composta dagli attori Clive Owen, Lars Eidinger, la regista polacca Malgorzata Szumowska, il critico inglese Nick James, la fotografa francese Brigitte Lacombe e la nostra straordinaria attrice Alba Rohrwacher.

“Fuocoammare” di Gianfranco Rosi, unico film italiano in gara

Le pellicole che vedremo al Festival, e che si contenderanno il Leone d’Oro, sono davvero interessanti. Tra quelle più attese, ci sono, sicuramente, “Genius” di Michael Grandage, con un cast che comprende Colin Firth, Jude Law e Nicole Kidman, “Midnight Special” di Jeff Nichols, “Zero Days” diretto da Alex Gibney e il documentario “Fuocoammare”, unica opera italiana in concorso, diretta da Gianfranco Rosi, Il regista, che ha fatto suo il Leone d’Oro 2013 per il docu-film “Sacro Gra”, stavolta si è trasferito a Lampedusa, per un anno, per cercare, l'invisibile, le storie e quello che c’è dietro ai flussi migratori di questi anni, raccontando i diversi destini degli abitanti dell’isola e dei migranti. Nella sezione Berlinale Special, invece, c’è il nuovo e atteso film di Michael Moore, “Where to Invade Next”, mentre il direttore ha fatto sapere che renderà omaggio a David Bowie, Alan Rickman ed Ettore Scola, proiettando “L'uomo che cadde sulla Terra”(1976) di Nicolas Roeg, “Ragione e sentimento”(1995) di Ang Lee e “Ballando ballando” capolavoro di Scola, del 1983. Di seguito trovate tutti i film in concorso, divise per categorie, ma per maggiori informazioni consultate il sito ufficiale: https://www.berlinale.de/en/HomePage.html

Film in concorso

Boris sans Béatrice (Boris without Béatrice) di Denis Côté (CAN)

Genius di Michael Grandage (UK/USA)

Jeder stirbt für sich allein (Alone in Berlin) di Vincent Perez (GER/FRA/UK)

Midnight Special di Jeff Nichols (USA)

Zero Days di Alex Gibney (USA)

Cartas da guerra (Letters from War) di Ivo M. Ferreira (POR)

Ejhdeha Vared Mishavad! (A Dragon Arrives!) di Mani Haghighi (IRAN)

Fuocoammare di Gianfranco Rosi (ITA/FRA)

Hele Sa Hiwagang Hapis (A Lullaby to the Sorrowful Mystery) di Lav Diaz (PHI/SIN)

Kollektivet (The Commune) di Thomas Vinterberg (DAN/SVE/OLA)

L’avenir (Things to Come) di Mia Hansen-Løve (FRA/GER)

Quand on a 17 ans (Being 17) di André Téchiné (FRA)

Smrt u Sarajevu / Mort à Sarajevo (Death in Sarajevo) di Danis Tanovic (FRA/BIH)

Zjednoczone Stany Mi?osci (United States of Love) di Tomasz Wasilewski (POL/SVE)

24 Wochen (24 Weeks) di Anne Zohra Berrached (GER)

Chang Jiang Tu (Crosscurrent) di Yang Chao (CHI)

Des nouvelles de la planète Mars (News from planet Mars) di Dominik Moll (FRA/BEL)

Inhebbek Hedi (Hedi) di Mohamed Ben Attia (TUN/BEL/FRA)

Soy Nero di Rafi Pitts (GER/FRA/MEX)

Fuori concorso

Chi-Raq di Spike Lee (USA)

Mahana (The Patriarch) di Lee Tamahori (NZ)

Saint Amour di Benoît Delépine e Gustave Kervern (FRA/BEL)

Ave, Cesare! di Joel ed Ethan Coen (USA)

Berlinale Special

The Music of Strangers: Yo-Yo Ma and the Silk Road Ensemble di Morgan Neville (USA)

The Seasons in Quincy: Four Portraits of John Berger di Colin MacCabe, Christopher Roth,

Bartek Dziadosz, Tilda Swinton (UK)

Where To Invade Next di Michael Moore (UK)

A Quiet Passion di Terence Davies (UK/BEL)

Creepy di Kiyoshi Kurosawa (JAP)

Den allvarsamma leken (A Serious Game) di Pernilla August (SVE/DAN/NOR)

Miles Ahead di Don Cheadle (USA)

National Bird di Sonia Kennebeck (USA)

Panorama

Já, Olga Hepnarová (I, Olga Hepnarová) di Tomáš Weinreb, Petr Kazda (CZ/POL/FRA)

Junction 48 di Udi Aloni (ISR/GER/USA)

Les Premiers, les Derniers (The First, the Last) di Bouli Lanners (FRA/BEL)

Maggie's Plan di Rebecca Miller (USA)

Nakom di Kelly Daniela Norris, TW Pittman (GHA/USA)

Remainder di Omer Fast (UK/GER)

S one strane (On the Other Side) di Zrinko Ogresta (CRO/SER)

Starve Your Dog di Hicham Lasri (MAR)

Sufat Chol (Sand Storm) di Elite Zexer (ISR)

Théo et Hugo dans le même bateau (Paris 05:59) di Olivier Ducastel, Jacques Martineau (FRA)

The Ones Below di David Farr (UK)

War on Everyone – di John Michael McDonagh (UK)

Aloys di Tobias Nölle (SVI/FRA)

El rey del once (The Tenth Man) di Daniel Burman (ARG)

Goat di Andrew Neel (USA)

Grüße aus Fukushima (Fukushima, mon Amour) di Doris Dörrie (GER)

Indignation di James Schamus (USA)

Jonathan di Piotr J. Lewandowski (GER)

Kater (Tomcat) di Händl Klaus (AUT)

La helada negra (The Black Frost) di Maximiliano Schonfeld (ARG)

Lantouri di Reza Dormishian (IRAN)

Little Men di Ira Sachs (USA)

Ranenyy Angel (The Wounded Angel) di Emir Baigazin (KAZ/FRA/GER)

Antes o tempo não acabava (Time Was Endless) di Sérgio Andrade, Fábio Baldo (FRA/BRA)

Auf Einmal (All of a Sudden) di Asl? Özge (GER/OLA/FRA)

Aquí no ha pasado nada (Much Ado About Nothing) di Alejandro Fernández Almendras (CHI)

Jug-yeo-ju-neun Yeo-ja (The Bacchus Lady) di E J-yon (KOR)

La Route d'Istanbul (Road to Istanbul) di Rachid Bouchareb (ALG/FRA/BEL)

Mãe só há uma (Don’t Call me Son) di Anna Muylaert (BRA)

Nunca vas a estar solo (You'll Never Be Alone) di Alex Anwandter (CHI)

San Fu Tian (Dog Days) di Jordan Schiele (HK/CHI)

Shelley di Ali Abbasi (DAN/SVE)

Shepherds and Butchers di Oliver Schmitz (SAF/USA/GER)

Panorama Dokumente

Don't Blink – Robert Frank di Laura Israel (USA/FRA)

Hotel Dallas di Livia Ungur, Sherng-Lee Huang (ROM/USA)

Der Ost-Komplex (The GDR Complex) di Jochen Hick (GER)

Mapplethorpe: Look at the Pictures di Fenton Bailey, Randy Barbato (USA/GER)

Mariupolis di Mantas Kvedaravicius (LIT/GER/FRA/UKR)

Uncle Howard di Aaron Brookner (UK/USA)

Brüder der Nacht (Brothers of the Night) di Patric Chiha (AUS)

Curumim di Marcos Prado (BRA)

Europe, She Loves di Jan Gassmann (SVI/GER)

Inside the Chinese Closet di Sophia Luvarà (OLA)

Kiki di Sara Jordenö (SVE/USA)

Strike a Pose di Ester Gould, Reijer Zwaan (OLA)

The Lovers and the Despot di Rob Cannan, Ross Adam (UK)

WEEKENDS di Lee Dong-ha (KOR)

Who’s Gonna Love Me Now? di Tomer Heymann, Barak Heymann, Alexander Bodin Saphir (ISR/UK)

Wu Tu (My Land) di Fan Jian (CHI

Zona Norte di Monika Treut (GER)

Panorama Special

While the Women Are Sleeping di Wayne Wang (JAP)

Festival di Berlino 2016: Meryl Streep sarà Presidente di Giuria
Festival di Berlino 2016: Meryl Streep sarà Presidente di Giuria
Brit Awards 2016: l'omaggio di Lorde a David Bowie
Brit Awards 2016: l'omaggio di Lorde a David Bowie
Rebel Rebel, l'omaggio di Bruce Springsteen a David Bowie
Rebel Rebel, l'omaggio di Bruce Springsteen a David Bowie
34.104 di MusicaMia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni