42 CONDIVISIONI

Henry Cavill: 5 curiosità sull’attore de “L’uomo d’acciaio”

Attualmente è nelle nostre sale nel ruolo di Superman, ma in Italia il bel Cavill non è un volto molto noto del cinema. Noi di Fanpage vi proponiamo 5 curiosità per farvelo conoscere meglio, partendo dalle sue passioni, scoprendo i suoi idoli e dando uno sguardo anche all’amore.
A cura di Ciro Brandi
42 CONDIVISIONI

Attualmente è nelle nostre sale con uno dei film più attesi di questa stagione cinematografica, “L’uomo d’acciaio” di Zack Snyder – presentato in anteprime al Taormina Film Fest – ma in Italia, fino ad ora, non era ancora un volto noto. Finora abbiamo avuto modo di vederlo in film come “Tristano e Isotta”, “Basta che funzioni”, di Woody Allen, “Immortals” di Tarsem Singh e “La fredda luce del giorno” accanto a Bruce Willis. Dopo tanta gavetta, finalmente per lui è arrivato il momento del riscatto, e noi di Fanpage vi vogliamo proporre 5 curiosità che ve lo faranno conoscere meglio, partendo dalle sue passioni, i suoi idoli, fino all’amore.

1 – La passione per la storia antica: il bell’attore ha sempre affermato, in tante interviste, che se non avesse recitato sarebbe entrato nell’esercito o avrebbe frequentato l’università per studiare storia antica, la sua grande passione, in particolare l’Egittologia. Un altro suo mito storico è Alessandro Magno, il leggendario re di Macedonia, considerato uno dei più celebri conquistatori e strateghi della storia. Cavill ha detto che gli piacerebbe molto poterlo interpretare sul grande schermo, chissà, magari anche come prima prova da regista/attore. Mai dire mai.

2 – I ruoli mancati e l’etichetta di “sfortunato uomo di Hollywood”: Il percorso cinematografico di Henry Cavill è stato alquanto strano e, in un certo senso, mortificante: nel 2004 era in lista per interpretare Superman nel film “Superman Returns”, ma, alla fine, il regista Bryan Singer scelse Brandon Routh come protagonista. Cavill doveva interpretare anche il personaggio di Edward Cullen nel film “Twilight”, infatti, Stephenie Meyer, autrice della saga, lo definì il "perfetto Edward", tuttavia, Cavill fu ritenuto, dopo vari provini, troppo vecchio per la parte, e il ruolo è andato a Robert Pattinson . Nel 2005 Henry era uno dei candidati per interpretare James Bond, in “Casino Royale”, ma infine è stato considerato troppo giovane per il ruolo. Per tutti questi eventi assurdi, la rivista Empire soprannominò Cavill come "sfortunato uomo di Hollywood". Tuttavia, nel 2007 ottiene fama e popolarità grazie alla serie tv “I Tudors”, dove ricopre il ruolo di Charles Brandon, Duca di Suffolk, e da lì l’incantesimo si è sciolto, dato che la serie è stata ben accolta e Hnery è stato nominato per un Golden Globe nel 2007 e ha vinto un Emmy nel 2008.

3 – Un amore tutto muscoli e azione: Henry preferisce senza dubbio le donne atletiche. Per un anno è stato fidanzato con l’atleta Ellen Whitaker, mentre dal 2012 ha una relazione con l’attrice ed ex lottatrice di arti marziali miste Gina Carano, che abbiamo visto nei film “Knockout – Resa dei conti” di Steven Soderbergh e in “Fast & Furious 6” di Justin Lin. Ovviamente, l’attore ha dichiarato che se non scegliesse una donna abituata ad allenarsi e a passare molto tempo in palestra, sarebbe alquanto difficile gestire la vita insieme, dato che lui è costantemente in allenamento per i ruoli cinematografici che deve interpretare, ma anche per stare bene con se stesso.

4 – I suoi veri eroi: se gli chiedete chi sono i suoi veri eroi, state certi che il nerboruto Cavill non vi risponderà Superman o quant’altro, ma semplicemente i suoi genitori. Sua madre, Marianne, ha lavorato in una banca, e suo padre, Colin Cavill, era un agente di cambio e, anche se non hanno mai avuto particolari problemi economici, i due hanno avuto 5 figli ed era estremamente difficile badare a tutti loro. La madre è stata colei che ha sempre spinto Henry a fare quello che veramente gli piaceva e a coltivare qualsiasi passione che lo rendesse vivo. E così è stato. Oggi il nostro Superman li riempie di regali.

5 – Che emozione lavorare col suo mito Russell Crowe: Il suo film preferito in assoluto è “Il gladiatore” di Ridley Scott. L’avrà visto milioni di volte e non si stanca mai di guardare sul grande schermo il suo attore di riferimento: Russell Crowe. Quando ha saputo che Crowe avrebbe interpretato il ruolo di suo padre Jor-El ne “L’uomo d’acciaio”, Cavill era estasiato e in preda ad un’emozione indescrivibile. Una volta sul set non riusciva quasi a parlargli, ma è stato proprio Crowe a sciogliere il ghiaccio.

42 CONDIVISIONI
Henry Cavill parla del suo Superman in
Henry Cavill parla del suo Superman in "L’Uomo d’Acciaio" di Zack Snyder
L’allenamento di Henry Cavill per diventare “L’uomo d’acciaio” (VIDEO)
L’allenamento di Henry Cavill per diventare “L’uomo d’acciaio” (VIDEO)
L’Uomo d’Acciaio vola in anteprima al Taormina Film Festival
L’Uomo d’Acciaio vola in anteprima al Taormina Film Festival
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni