La 59ª edizione dei Globi d’Oro, i premi cinematografici italiani assegnati dai giornalisti della stampa estera accreditata in Italia, aperta dal bravissimo Ezio Bosso, ha visto trionfare “Il Traditore”, diretto da Marco Bellocchio, con un fenomenale Pierfrancesco Favino nei panni di Tommaso Buscetta. La pellicola ha portato a casa anche il premio alla Migliore colonna sonora (a Nicola Piovani).

Alessandro Borghi e Jasmine Trinca sono i Migliori attori

Il Globo al Miglior attore è andato, invece, ad Alessandro Borghi per “Sulla mia pelle”, dove interpreta il difficile ruolo di Stefano Cucchi, mentre la Migliore attrice, quest’anno, è stata la straordinaria Jasmine Trinca per la sua performance in “Croce e delizia”, di Simone Giordano. “Sulla mia pelle” ha fatto suo anche il globo alla Migliore sceneggiatura mentre la Migliore opera prima è “Bangla”, di Phaim Bhuiyan.

"Il nome della rosa" è la Migliore serie tv

Il nome della rosa” ha portato a casa il premio come Migliore serie tv invece “Butterfly” di Alessandro Cassigoli e Casey Kauffman è il Miglior documentario secondo la stampa estera. L’atteso Premio alla Giovane Promessa è andato alla superlativa Ludovica Nasti che ha sbalordito tutti per la sua prova nella fiction di successo “L’amica geniale”. Di seguito, trovate tutti i premi divisi per categoria.

Miglior Film

Marco Bellocchio per “Il Traditore”

Migliore Attrice

Jasmine Trinca per “Croce e Delizia”

Migliore Attore

Alessandro Borghi per “Sulla mia pelle”

Migliore Opera Prima

“Bangla” di Phaim Bhuiyan

Miglior Colonna Sonora

Nicola Piovani per “Il Traditore”

Miglior Fotografia

Daria e Antonio per “Ricordi?”

Miglior Sceneggiatura

Alessio Cremonini, Lisa Nur Sultan (“Sulla mia pelle”)

Miglior Serie Tv

Il nome della rosa

Miglior Documentario

“Butterfly” di Alessandro Cassigoli e Casey Kauffman

Miglior Cortometraggio

Olmo di Davide Calvaresi

Premio Giovane Promessa

Ludovica Nasti per L’Amica Geniale

Premio alla Carriera

Franco Nero e Vanessa Redgrave