14 Gennaio 2012
14:37

L’incredibile storia di Winter il delfino, esempio di grande forza di volontà e coraggio

Il film di Charles Martin Smith è ispirato alla commovente storia vera di Winter, una femmina di delfino salvata nel 2005 al largo delle coste della Florida e presa in affidamento dalla “Clearwater Marine Aquarium”. Vittima di una trappola per granchi, il povero animale perse la coda che in seguito le fu sostituita da una protesi molto particolare e all’avanguardia. La sua forza di volontà e il suo coraggio la faranno tornare a vivere.
A cura di Ciro Brandi
winter

Il film di Charles Martin Smith è ispirato alla commovente storia vera di Winter, una femmina di delfino salvata nel 2005 al largo delle coste della Florida e presa in affidamento dalla “Clearwater Marine Aquarium”. Vittima di una trappola per granchi, il povero animale perse la coda che in seguito le fu sostituita da una protesi molto particolare e all’avanguardia. La sua forza di volontà e il suo coraggio la faranno tornare a vivere.

Il regista, famoso anche come attore per aver preso parte a film come “American Graffiti” e “Gli Intoccabili”, assieme ai produttori ha scelto la storia di Winter come fonte d’ispirazione per tutte le persone, soprattutto bambini, che devono affrontare le difficoltà di un handicap. Infatti la favola di Winter s’intreccia con la storia del giovane Sawyer Nelson (Nathan Gamble), ragazzo immerso nella propria solitudine e che in seguito all’incontro col delfino si sveglierà dal suo perenne torpore e vivrà l’estate più bella della sua vita.

Gli sceneggiatori Karen Janszen e Noam Dromi sono bravissimi nel delineare una storia delicata, commovente, affascinante e magnetica, non scadendo mai nel patetico o demagogico, bensì dando maggiore evidenza al coraggio e alla forza interiore dei due protagonisti principali. La fotografia e il montaggio sono realizzati con la massima cura, portandoci quasi in prima persona nell’avventura di Winter, grazie anche ad un 3D usato con parsimonia e molto bene. L’amicizia tra uomo e animale è stata sempre un’ottima fonte per il cinema da cui attingere a piene mani: ricordiamo la breve saga di “Free Willy”, iniziata nel 1993, e il ben più drammatico “War Horse”, prossimo film in uscita di Steven Spielberg (17 febbraio2012 in Italia). Tutti estremamente emozionanti e con un messaggio morale molto profondo.

Oltre al giovane Nathan Gamble, il cast è composto da Morgan Freeman (Dott. Cameron McCarthy) che rivedremo anche ne “Il cavaliere oscuro – il ritorno”, Ashley Judd (Lorraine Nelson), Kris Kristofferson (Reed Haskett) e Harry Connick Jr (Dott. Clay Haskett).

Voto: 7

Tutti i numeri del Grande Fratello: una storia lunga 12 anni
Tutti i numeri del Grande Fratello: una storia lunga 12 anni
The Help, storia d’integrazione razziale e coraggio negli USA degli anni ‘60
The Help, storia d’integrazione razziale e coraggio negli USA degli anni ‘60
"Non invecchio mai": la grande forza di Orietta Berti
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni