È quasi tutto pronto per la Mostra del Cinema di Venezia che, quest'anno nonostante le incertezze a causa dell'emergenza sanitaria, si svolgerà dal 2 al 12 settembre e in vista del concorso sono state già formate le quattro giurie internazionali che avranno il compito di assegnare i premi per le varie categorie che parteciperanno alla rassegna. Il volto di Cate Blanchett è già stato associato da mesi alla kermesse, che quest'anno la vedrà in veste di Presidentessa di giuria, tra i nomi scelti anche un italiano, lo scrittore Nicola Lagioia.

La Giuria internazionale del Concorso

Come di consueto, anche in questa 77esima edizione di una delle rassegne cinematografiche più significative nel panorama europeo, sono stati scelti i nomi di personaggi illustri e sapienti del settore culturale che dovranno decretare i vincitori di ogni categoria. Per il Concorso principale, ad affiancare Cate Blanchett, sono state scelte figure che attingono da diversi ambiti e troviamo infatti: la sceneggiatrice Veronika Franz, la regista Joanna Hogg, lo scrittore Nicola Lagioia, il regista Christian Petzold, lo sceneggiatore e regista Cristi Puiu, infine l'attrice Ludivine Sagnier. La giuria, così formata, assegnerà questi premi per i lungometraggi: Leone d'Oro per il miglior film, Leone d'Argento – Gran Premio della Giuria, Leone d'Argento – Premio per la migliore regia, Coppa Volpi per la migliore interpretazione maschile, Coppa Volpi per la migliore interpretazione femminile, Premio per la migliore sceneggiatura, Premio Speciale della Giuria, Premio Marcello Mastroianni a un giovane attore o attrice emergente.

Francesca Comencini nella giuria di Orizzonti

Tra le categorie presenti nel concorso c'è la sezione Orizzonti, dedicata ai cortometraggi, e anche in questo caso è stata composta una giuria apposita che possa decretare il vincitore. I nomi scelti sono quelli della regista Claire Denis che ne è la presidente (Francia); il regista Oskar Alegria (Spagna), la regista e sceneggiatrice Francesca Comencini (Italia); i produttori cinematografici Katriel Schory (Israele) e Christine Vachon (Usa). La Giuria Orizzonti assegnerà i seguenti premi: Premio Orizzonti per il miglior film, Premio Orizzonti per la migliore regia, Premio Speciale della Giuria Orizzonti, Premio Orizzonti per la miglior interpretazione maschile, Premio Orizzonti per la migliore interpretazione femminile, Premio Orizzonti per la miglior sceneggiatura, Premio Orizzonti per il miglior cortometraggio.

Claudio Giovannesi nella giuria di Venezia Opera Prima

Altra sezione è quella di "Venezia Opera Prima-Luigi De Laurentiis" che propone di assegnare un riconoscimento alla migliore opera prima presentata in una della selezioni ufficiali o selezioni autonome e parallele. Quest'anno la Giuria internazionale è composta da: il regista Claudio Giovannesi – che ne è presidente (Italia); il giornalista Remi Bonhomme (Francia); la produttrice cinematografica Dora Bouchoucha (Tunisia). La Giuria del Premio Venezia Opera Prima assegnerà senza possibilità di ex aequo,  il Leone del Futuro – Premio Venezia Opera Prima "Luigi De Laurentiis", e un premio di 100.000 USD, messi a disposizione da Filmauro, che sarà suddiviso in parti uguali tra il regista e il produttore.

Asif Kapadia nella giuria di Venice Virtual Reality

Infine anche la sezione nota con il nome di Venice Virtual Reality che propone di riconoscere l'originalità di un'opera virtuale, di qualsiasi durata e formato, presentata in prima mondiale e/o internazionale. La Giuria di questa categoria è composta da: la regista Celine Tricart che ricopre il ruolo di presidente (USA); il regista Asif Kapadia (Gran Bretagna); l'autore Hideo Kojima (Giappone). I premi assegnati saranno i seguenti: Gran Premio della Giuria per la Migliore opera VR immersiva, Migliore esperienza VR immersiva e Migliore storia VR immersiva.