La Mostra di Venezia 2020 si è conclusa con la vittoria dell'americano "Nomadland", colpo di fulmine di fine Festival diretto dalla regista cinese Chloé Zhao. Il film con Frances McDormand, storia di una donna che riscopre se stessa on the road a contatto con la comunità nomade americana, ha portato a casa il Leone d'Oro in un'edizione radicalmente trasformata e, in fin dei conti, rivoluzionaria. Prima grande manifestazione (cinematografica e non solo) a svolgersi in presenza dopo lo scoppio della pandemia da coronavirus, segnale importantissimo per il cinema e gli eventi dal vivo, ha dovuto fronteggiare restrizioni e e cambiamenti, dalla riduzione delle star presenti alla separazione tra red carpet e pubblico. Soprattutto, il direttore Alberto Barbera e gli organizzatori hanno dovuto imbastire un concorso con pochi Big e nomi altisonanti, portando comunque a casa un'edizione destinata a essere ricordata. Non ultimo, è da sottolineare la forte presenza femminile di una Mostra innovativa anche in questo senso, dalle presidenti di giurie Cate Blanchett e Claire Denis all'ampio numero di registe candidate, con il risultato che molte donne sono state premiate tra Concorso e altre sezioni. Ecco tutti i vincitori della 77esima edizione del festival, in cui non sono mancate grandi soddisfazioni per l'Italia. La Coppa Volpi per il miglior attore è andata infatti a Pierfrancesco Favino, per il film "Padrenostro" di Claudio Noce. In Orizzonti, è stato inoltre premiato "I predatori" di Pietro Castellitto. Restano a mani vuote gli altri italiani in gara, "Miss Marx", "Le sorelle Macaluso" e "Notturno".

I vincitori della Mostra del cinema di Venezia 77

Di seguito, tutti i premiati nella sezione Concorso della Mostra di Venezia 2020, scelti dalla giuria formata da Cate Blanchett (presidente), Veronika Franz, Joanna Hogg, Nicola Lagioia, Christian Petzold, Matt Dillon, Ludivine Sagnier.

Leone d'oro al miglior film: Nomadland di Chloé Zhao
Leone d'argento – Gran premio della giuria: Nuevo orden di Michel Franco
Leone d'argento – Premio speciale per la regia: Kiyoshi Kurosawa per Wife of a Spy
Coppa Volpi per la migliore interpretazione maschile: Pierfrancesco Favino per Padrenostro
Coppa Volpi per la migliore interpretazione femminile: Vanessa Kirby per Pieces of a Woman
Premio speciale della giuria: Cari compagni! di Andrei Konchalovsky
Premio per la miglior sceneggiatura: Chaitanya Tamhane per The Disciple
Premio Marcello Mastroianni: Rouhollah Zamani per I figli del sole

Venezia 2020: premi Orizzonti

Ad assegnare i premi Orizzonti è stata la giuria formata da Claire Denis, Oskar Alegria, Francesca Comencini, Katriel Schory, Christine Vachon. Grande gioia per l'Italia con il premio per la miglior sceneggiatura "I predatori", esordio alla regia di Pietro Castellitto, giovane attore figlio di Sergio che vedremo presto anche in "Freaks Out".

Premio Orizzonti per il miglior film: The Wasteland di Ahmad Bahrami
Premio Orizzonti per la migliore regia: Lav Diaz per Genus Pan
Premio Speciale della Giuria Orizzonti: Listen di Ana Rocha de Sousa
Premio Orizzonti per la miglior interpretazione maschile: Yahya Mahayni per The Man Who Sold His Skin
Premio Orizzonti per la migliore interpretazione femminile: Khansa Batma per Zanka Contact
Premio Orizzonti per la miglior sceneggiatura: I predatori di Pietro Castellitto
Premio Orizzonti per il miglior cortometraggio: Entre tu y Milagros di Mariana Saffon

Qui gli altri premi della Biennale:

Leone del Futuro – Premio Venezia Opera Prima “Luigi De Laurentiis”: Listen di Ana Rocha de Sousa
Gran Premio della Giuria per la migliore opera VR immersiva: The Hangman At Home. An Immersive Single User Experience di Michelle Kranot, Uri Kranot
Miglior esperienza VR: Finding Pandora X di Kiira Benzing
Migliore storia VR: Killing a Superstar di Fan Fan

Premi Settimana della Critica e Giornate degli autori

Infine, i premi assegnati nelle due sezioni competitive collaterali e indipendenti dalla Biennale, Settimana della Critica e Giornate degli autori.

Gran Premio Settimana Internazionale della Critica: Ghosts di Azra Deniz Okyay
Premio Circolo del Cinema di Verona: Bad Roads di Natalya Vorozhbit
Premio Mario Serandrei – Hotel Saturnia per il Miglior Contributo Tecnico: Topside di Celine Held e Logan George
Premio al Miglior Cortometraggio: J’ador di Simone Bozzelli
Premio alla Migliore Regia: Le mosche di Edgardo Pistone
Premio al Miglior Contributo Tecnico: Gas station di Olga Torrico

Giornate degli autori Director's Award: Kitoboy di Philipp Yuryev