Credits: Asac – La Biennale di Venezia
in foto: Credits: Asac – La Biennale di Venezia

Al via la Mostra del Cinema di Venezia 2020, la prima post-Covid, inevitabilmente rivoluzionata dalla pandemia. Meno film (che saranno comunque tantissimi), meno spettatori e accreditati, molte di più le misure di sicurezza, che a scongiurare eventuali attentati prevederanno una serie di norme anti-contagio. Ecco tutto quello che c'è da sapere sulla 77esima edizione del festival organizzato dalla Biennale di Venezia, che si avvale della direzione artistica di Alberto Barbera.

Come vedere i film di Venezia 2020

È possibile accedere al festival se si è giornalisti o addetti ai lavori, attraverso una procedura di accreditamento, o anche come pubblico. In quest'ultimo caso basta acquistare i biglietti online direttamente sul sito della biglietteria. La Mostra prevede la rilevazione della temperatura corporea di tutti i partecipanti: non sarà consentito l’accesso in caso di temperatura
corporea superiore ai 37,5 gradi. Per tutto il pubblico e tutti gli accreditati, è obbligatoria la prenotazione preventiva online del proprio posto in sala.

I film in programma a Venezia 2020

La sezione principale del festival è il Concorso, con 18 film che aspirano al Leone d'Oro. Le altre sezioni sono Fuori Concorso (non competitiva), Orizzonti, Biennale College e Venice VR Expanded, cui si aggiungono le due sezioni non curate dalla Biennale, ovvero Settimana della Critica e Giornate degli Autori. Nell'elenco completo dei film in programma, sono particolarmente attesi i quattro film italiani in concorso: "Le sorelle Macaluso" di Emma Dante, "Miss Marx" di Susanna Nicchiarelli, "Padrenostro" di Claudio Noce e "Notturno" di Gianfranco Rosi.  Il film d'apertura è "Lacci" di Daniele Luchetti, fuori concorso.

Gli ospiti più attesi

Risulta decisamente ridimensionato rispetto agli anni precedenti l'elenco degli ospiti presenti alla Mostra del cinema. Oltre ai giurati e alle due artiste premiate con il Leone alla carriera (Ann Hui e Tilda Swinton), dovrebbero partecipare Jim Broadbent, Monica Bellucci e Stacy Martin. Alberto Barbera ha smentito la presenza di Helen Mirren, di Regina King (impegnata in un film), e di Shia LaBeouf, che però potrebbero apparire via videoconferenza. Nel corso del Festival sarà possibile conoscere gli ospiti presenti giorno per giorno, sia quelli che saranno protagonista dei red carpet che quelli in videocollegamento con le conferenze stampa. Per quanto riguarda il tappeto rosso, quest'anno non sarà possibile per il pubblico presente al Lido avvicinarsi per vedere i divi. Alla serata di apertura saranno presenti Gli otto direttori di importanti Festival internazionali: Alberto Barbera (Mostra di Venezia), Carlo Chatrian (Berlinale), Thierry Fremaux (Festival de Cannes), Lili Hinstin (Festival di Locarno), Vanja Kaludjeric (Rotterdam Film Festival), Karel Och (Karlovy Vary), José Luis Rebordinos (San Sebastian), Tricia Tuttle (London Film Festival).

La madrina è Anna Foglietta

La madrina del Festival sarà l'attrice Anna Foglietta, incaricata di condurre la cerimonia di apertura del 2 settembre (che conterrà anche un omaggio a Ennio Morricone) e quella di chiusura del 12, con l'assegnazione dei premi. L'attrice ha esordito al cinema con "Sfiorati" e si è fatta notare in particolare con "Perfetti sconosciuti", che le ha regalato un Nastro d'argento speciale. Tra le sue interpretazioni più significative, ricordiamo "Nessuno mi può giudicare", "Colpi di fulmine", "Noi e la Giulia", la serie "La mafia uccide solo d’estate". Il suo prossimo film è "Il talento del calabrone".

La giuria della Mostra del cinema

La giuria incaricata di assegnare i premi del Concorso è guidata dalla presidente Cate Blanchett, attrice australiana due volte premio Oscar. Al suo fianco, votano la regista e sceneggiatrice austriaca Veronika Franz, la regista e sceneggiatrice britannica Joanna Hogg, lo scrittore italiano Nicola Lagioia, il regista tedesco Christian Petzold, l'attore americano Matt Dillon (entrato all'ultimo per sostituire il regista romeno Cristi Puiu, impossibilitato a partecipare) e l'attrice francese Ludivine Sagnier.

Leone d'oro alla carriera a Tilda Swinton e Ann Hui

Il prestigioso Leone d'oro alla carriera verrà assegnato a due donne. La prima è l'attrice Tilda Swinton, interprete tra le più originali della scena contemporanea: lanciata da Derek Jarman, ha costruito una carriera eclettica con personaggi spesso fuori dagli schemi (da "Orlando" a "Solo gli amanti sopravvivono"), ha vinto l'Oscar con "Michael Clayton" e continua un proficuo sodalizio con il nostro Luca Guadagnino. L'altra premiata è Ann Hui, nome fondamentale del movimento cinematografico di Hong Kong conosciuto come "New Wave" e regista tra gli altri di "A Simple Life". La consegna dei premi è prevista il 2 settembre, durante la serata di apertura, per la Swinton e l'8 per la Hui.

Il manifesto di Venezia 77

Infine, ecco il manifesto ufficiale ad opera di Lorenzo Mattotti. Fumettista e regista de "La famosa invasione degli orsi in Sicilia", è chiamato per la terza volta nel ruolo di creatore della locandina ed è anche responsabile della sigla del festival.

Disegno originale Lorenzo Mattotti, progetto grafico Designwork Courtesy La Biennale di Venezia
in foto: Disegno originale Lorenzo Mattotti, progetto grafico Designwork Courtesy La Biennale di Venezia