Finalmente, ce l’ha fatta. Leonardo DiCaprio è riuscito a portare a casa l’ambito e agognato Oscar, dopo 4 tentativi andati a vuoto (“Buon compleanno Mr. Grape”, “The Aviator”, “Blood Diamond” e “The Wolf of Wall Street”) e tanti altri ruoli per cui lo avrebbe già meritato. DiCaprio è riuscito a battere la concorrenza di Bryan Cranston, Matt Damon, Michael Fassbender ed Eddie Redmayne, per il ruolo del cacciatore Hugh Glass in “Revenant – Redivivo”, di  Alejandro González Iñárritu. In realtà, la sua vittoria era nell’aria da mesi, dato che l’attore ha già portato a casa il SAG Awards, il Golden Globe e il BAFTA per la sua performance e l’Academy, stavolta, non poteva restare assolutamente indifferente.

Leonardo DiCaprio è Hugh Glass, cacciatore in cerca di vendetta

DiCaprio, che ha regalato a "The Revenant" il terzo premio della serata (tutti i vincitori degli Oscar 2016), nel film che gli ha regalato la vittoria è nei panni dell’esploratore e cacciatore Hugh Class, il quale, durante una spedizione, viene brutalmente attaccato da un orso e dato per morto dai membri del suo stesso gruppo. Nella sua lotta per la sopravvivenza, Glass sopporta inimmaginabili sofferenze, tra cui anche il tradimento del suo compagno John Fitzgerald. Mosso da una profonda determinazione e dall'amore per la sua famiglia, l’uomo dovrà superare un duro inverno nell'implacabile tentativo di sopravvivere e di trovare la sua vendetta e redenzione. L’attore ha sempre dichiarato, nelle sue interviste, che girare la pellicola non è stata affatto facile. Le riprese si sono tenute in Canada e nella Terra del Fuoco, in Argentina, con una temperatura di -40°C. L’attore ha dovuto indossare pellicce pesantissime, rischiando comunque l’ipotermia e beccandosi una brutta bronchite. Insomma, alla fine, tutti gli sforzi sono stati ampiamente premiati e, finalmente, sono finiti anche tutti i meme e gli sfottò che, in questi ultimi anni, lo hanno visto vittima prediletta degli internauti.