E’ considerato uno degli attori più belli del cinema internazionale e, anche se il 16 maggio compie 65 anni, il suo fascino è rimasto immutato. Pierce Brosnan è noto soprattutto per il ruolo di James Bond, il famoso agente 007 che ha interpretato in ben 4 film della longeva saga, ma nella sua carriera ha girato, finora, 52 pellicole per il cinema e preso parte a 18 tra serie e film tv. Prossimamente, lo vedremo nel musical “Mamma Mia! Ci risiamo”, sequel del blockbuster del 2008, dove reciterà nuovamente accanto a Meryl Streep.

Gli inizi al circo

Brosnan è nato in Irlanda, a Drogheda, nella contea di Louth ma presto si trasferisce a Navan dove frequenta la rigida Congregazione irlandese dei Fratelli Cristiani. Dopo l’abbandona del padre, l’attore si reca a Londra con la madre e a soli 16 anni si esibisce come mangiatore di fuoco. Sarà un agente di un circo ad ingaggiarlo  e a spingerlo a diventare attore. Così, Brosnan frequenta il Drama Centre di Londra.

Dalla serie “Mai dire si” al successo di 007

Già nel 1979, gira il film tv “Murphy’s Stroke” e la pellicola per il grande schermo “Quel lungo venerdì santo”, di John Mackenzie, seguito da “Assassinio allo specchio”(1980), per la regia di Guy Hamilton. Il successo arriva però grazie alla serie investigativa “Mai dire si”(1982-1987) e al ruolo di Remington Steele, rubando il cuore di milioni di donne in tutto il mondo. Proprio quando stava girando la serie, gli fu offerta la parte di James Bond, ma all’epoca rifiiutò perchè non poteva rescindere il contratto che lo legava alla NBC. Intanto, Brosnan gira “Mrs. Doubtfire – Mammo per sempre”(1993), con Robbie Williams e l’ambito ruolo passò da Roger Moore a Timothy Dalton, però il film “007 – Vendetta privata”, con protagonista proprio quest’ultimo, fu un flop al botteghino. Solo nel 1994, Brosnan potè indossare lo smoking della spia più famosa del cinema. Ispirandosi a Sean Connery, l’attore gira ben 4 pellicole della saga – “GoldenEye”(1995); “Il domani non muore mai”(1997); “Il mondo non basta”(1999) e “La morte può attendere”(2002) – tutte di straordinario successo al botteghino e che rilanciano il personaggio alla grande.

La nomination ai Golden Globe per “The Matador”

Nel frattempo, però, grazie ad una clausola speciale, l’attore può girare anche “Mars Attacks!”(1996), di Tim Burton; “L’amore ha due facce”(1996), per la regia di Barbra Streisand; “Dante’s Peak – La furia della montagna”(1997), di Roger Donaldson; “Robinson Crusoe”(1997), diretto da Rod Hardy e George Trumbull Miller; il bellissimo “Grey Owl – Gufo grigio”(1999), di Richard Attenborough; il thriller “Gioco a due”(1999), diretto da John McTiernan e “Il sarto di Panama”(2001), di John Boorman. Finita l’esperienza con la saga di 007, Brosnan sperimenta tutti i generi cinematografici senza mai farsi etichettare. I film più interessanti di quegli anni sono il drammatico “Evelyn”(2002), di Bruce Beresford; “Laws of Attraction – Matrimonio in appello”(2004), di Peter Hewitt e “The Matador”(2005), diretto da Richard Shepard, che gli regala una nomination ai Golden Globe.

Il musical “Mamma mia!” e i grandi thriller

Nel 2008, è Sam Carmichael, grande amore di Meryl Streep/Donna Sheridan nel musical di successo “Mamma Mia!”, diretto da Phyllida Lloyd e basato sulle musiche del gruppo svedese ABBA. Successivamente, è nel cast de “L’uomo nell’ombra”(2010), di Roman Polanski; “Percy Jackson e gli dei dell'Olimpo – Il ladro di fulmini”(2010), di Chris Columbus e delle commedie “Ma come fa a far tutto”(2011), di Douglas McGrath; “Love Is All You Need”(2012), diretta da Susanne Bier e “Non buttiamoci giù”(2014), di Pascal Chumeil. La sua passione per il thriller lo porterà a girare anche “The November Man”(2014), di Roger Donaldson; “Survivor”(2015) di James McTeigue e “No Escape – Colpo di Stato”(2105), diretto da John Erick Dowdle tornando alla commedia sentimentale con “Il fidanzato di mia sorella”(2014), per la regia di Tom Vaughan.

Le ultime pellicole e il sequel “Mamma Mia! Ci risiamo”

Gli ultimi film in cui è apparso sono “Urge”(2016), di Aaron Kaufman; “I.T. – Una mente pericolosa”(2016), diretto da John Moore; “The King’s Daughter”(2016), di Sean McNamara; “The Foreigner”(2017), diretto da Martin Campbell mentre in tv è apparso anche nella serie “The Son”(2017). A breve lo rivedremo nel sequel “Mamma Mia! Ci risiamo”, diretto da Ol Parker, in cui riprenderà il ruolo di Sam Carmichael. L’uscita in Italia è prevista per il prossimo 6 settembre. Un ottimo modo per festeggiare i suoi 65 anni.