Illumination Entertainment e Universal Pictures sbarcano nelle sale con l’atteso “Pets – Vita da Animali”, film d’animazione basato sui nostri animali domestici e su come vivono le loro giornate quando li lasciamo soli per andare a scuola, a lavoro o semplicemente quando usciamo di casa per fare una commissione qualsiasi. Elio Germano, invece, sarà nei panni San Francesco d’Assisi ne “Il sogno di Francesco”, diretto da Renaud Fely e Arnaud Louvet. Mark Wahlberg è il protagonista di “Deepwater – Inferno sull’Oceano”, basato sulla storia vera del tragico incidente della piattaforma petrolifera Deepwater Horizon mentre Roberto Faenza porta sul grande schermo la triste vicenda di Emanuela Orlandi, con “La verità sta in cielo”. “Mine”, dei registi italiani Fabio Guaglione e Fabio Resinaro vede, invece, Armie Hammer, nei panni di un soldato che, un malaugurato giorno, poggia il piede su una mina antiuomo e, da quel momento, in attesa dei soccorsi, non potrà più muoversi, altrimenti diventerà polvere come il deserto circostante.

Pets – Vita da animali”: La pellicola si svolge in un appartamento di Manhattan, dove la vita di Max, il simpatico cucciolo di casa, viene stravolta quando il suo padrone porta a casa Duke, un goffo bastardino. I due dovranno unire le loro forze quando scopriranno che un adorabile coniglietto sta organizzando un esercito di animali domestici abbandonati per vendicarsi sui cuccioli felici e sui loro proprietari.

Il sogno di Francesco”: Assisi, 1209. Francesco ha appena subito il rifiuto da parte di Innocenzo III di approvare la prima versione della Regola, che metterebbe i fratelli al riparo dalle minacce che gravano su di essi. Intorno a lui, tra i compagni della prima ora, l’amico fraterno Elia da Cortona guida il difficile dialogo tra la confraternita e il Papato: per ottenere il riconoscimento dell'Ordine, Elia cerca di convincere Francesco della necessità di abbandonare l’intransigenza dimostrata finora, accettando di redigere una nuova Regola. Ma che cosa resterebbe del sogno di Francesco? La loro amicizia riuscirà a resistere al confronto tra gli ideali e i compromessi necessari?

Deepwater – Inferno sull’Oceano”: Il 20 aprile 2010 sulla Deepwater Horizon nel Golfo del Messico, si è verificato uno dei più gravi disastri mondiali causati dall'uomo. Questo film racconta una storia di vitale importanza che molti non hanno visto: la storia dei 126 lavoratori che si trovavano a bordo della Deepwater Horizon quel giorno, sorpresi nelle più strazianti circostanze immaginabili – uomini e donne altamente specializzati che riponevano in un faticoso turno le speranze di tornare dalle loro famiglie ed alle loro vite sulla terraferma. In un attimo, si sono trovati catapultati nel giorno più brutto della loro vita, spinti a trovare il coraggio per combattere contro un inarrestabile inferno di fuoco nel bel mezzo dell'oceano e, quando tutto sembrava perduto, cercare di salvarsi l'un l'altro.

La verità sta in cielo”: Il 22 giugno 1983 Emanuela Orlandi, quindicenne cittadina vaticana, figlia di un messo pontificio, sparisce dal centro di Roma, dando inizio a uno dei più clamorosi casi irrisolti mai accaduti in Italia, conosciuto anche all’estero. Sollecitata dallo scandalo “Mafia capitale”, una rete televisiva inglese decide di inviare a Roma una giornalista di origine italiana per raccontare dove tutto ebbe inizio: quel 22 giugno di tanti anni prima. Con l’aiuto di un’altra giornalista, inviata di un noto programma televisivo italiano, che ha scoperto una nuova pista, entra in scena un personaggio inquietante: Sabrina Minardi. E’ l’amante di Enrico De Pedis, meglio conosciuto come Renatino, il boss che ha saputo gestire meglio di ogni altro il malaffare della capitale, poi finendo sotto i colpi della banda rivale della Magliana. Nonostante il suo passato, Renatino verrà sepolto nella Basilica di S. Apollinare, nel cuore di Roma, proprio accanto alla scuola di musica frequentata da Emanuela: un altro mistero. La Minardi si decide a raccontare quanto afferma di sapere sul sequestro della ragazza. E’ la verità? Quale intreccio indicibile si cela dietro i delitti rimasti impuniti nell’arco di trent’anni.

Mine”: Mike Stevens è un soldato sta tornando al campo base dopo una missione, ma, inavvertitamente, poggia il piede su una mina antiuomo. Non può più muoversi, altrimenti salterà in aria. In attesa di soccorsi per due giorni e due notti, dovrà sopravvivere non solo ai pericoli del deserto ma anche alla terribile pressione psicologica della tutt'altro che semplice situazione.