108 CONDIVISIONI
23 Gennaio 2015
23:13

10 film orribili con i sex symbol del cinema

Quante volte avrete visto film altamente “discutibili” ma interpretati da attori tremendamente sexy e affascinanti? Il dubbio, ogni volta, ci assale: vederli per ammirarne le doti fisiche delle star di turno o evitarli per dormire sonni più tranquilli? Ecco 10 esempi che renderanno appieno l’idea.
A cura di Ciro Brandi
108 CONDIVISIONI

Inutile girarci intorno, il mondo del cinema è pieno di film orribili, vuoti e senza senso, dove però i protagonisti sono alcuni dei più sexy e affascinanti divi di Hollywood. Come mai accettano i ruoli in film di questo genere? Beh, le motivazioni possono essere tante, ma spesso lo fanno per rimettersi in discussione o in carreggiata, o semplicemente per prendere una “boccata d’aria” dopo filmoni pesanti e stressanti. Ebbene, di seguito troverete 10 esempi di film molto discutibili interpretati da attori strafighi. A voi la scelta: vederli per ammirare le doti fisiche del bello o della bella di turno, o evitarli per dormire meglio?

1. “Jack Reacher – La prova decisiva”

Nel film, diretto da Christopher McQuarrie e tratto dal romanzo “La prova decisiva”, Tom Cruise è nei panni di Jack Reacher, ex poliziotto che ha trascorso gran parte della sua vita sulle strade, frequentando spietati criminali. Quando decide di stare lontano dai guai, ecco che viene coinvolto nel caso di un massacro apparentemente senza senso. Insomma, una trama trita e ritrita, ma qualcuno ci saprà mai dire come mai Tom Cruise nel film è spaventosamente giovane e sexy fino a dimostrare quasi 30 anni?

2. “Cogan – Killing Them Softly”

Tre anni fa, Andrew Dominik scelse Brad Pitt come protagonista di “Cogan – Killing Them Softly”, affidandogli il ruolo del protagonista, Jackie Cogan, malvivente professionista dai modi violenti,  assoldato dalla mafia per indagare su una rapina messa in atto durante una segreta partita di poker, organizzata dal vile Mark Trattman (Ray Liotta). E’ un film tremendamente lento, con deja vu che si sprecano, un villain poco credibile e una trama che fa acqua da tutte le parti, però Pitt con pizzetto, capelli lunghi con gel e aspetto da bello e dannato è praticamente irresistibile.

3. “Una folle passione”

Con “Una folle passione”, forse la regista Susanne Bier pensava di fare il botto come avvenuto con “Il lato positivo”, assoldando la coppia di belli del momento di Hollywood: Bradley Cooper e Jennifer Lawrence. Il film ha come protagonisti Jennifer Lawrence e Bradley Cooper. Ma qualcosa è andato storto, il film non ha appassionato i fan dei due attori, anche perché la storia, tratta dall’omonimo romanzo di Ron Rash, sulla carta rende decisamente di più.

4. “Transcendence”

Il debutto alla regia di Wally Pfister, con protagonista Johnny Depp nei panni del dottor Will Caster, il più importante ricercatore nel campo dell'intelligenza artificiale che lavora per creare una macchina senziente, è stato un buco nell’acqua. La pellicola ha annebbiato ancora di più la stella di Depp, che seppur  non al top, risulta affascinante anche con mille fili che gli pendono dalla testa.

5. “Runner, Runner”

Nel 2013 Brad Furman ha diretto Ben Affleck e Justin Timberlake in questa pellicola incentrata sui soldi fatti col gioco d’azzardo. Beh, è inutile dire che film di questo genere, ormai, non attirano più gli spettatori in sala, ma sprecare due sex-symbol per una pellicola di mediocre valore è veramente troppo.

6. “L’amore all’improvviso – Larry Crowne”

Il film del 2011 scritto, diretto, prodotto ed interpretato da Tom Hanks, è il secondo che lo vede recitare insieme a Julia Roberts, dopo “La guerra di Charlie Wilson”, del 2008. La storia di Larry Crowne, un uomo che rimane senza lavoro e senza idee, così decide di tornare a scuola e s’innamora dell’insegnate Julia Roberts. Il film risulta stantio, a tratti anche goffo e senza un senso preciso, ma la Roberts è ancora più bella nei semplici e seri panni della professoressa Mercedes Tainot.

7. “Gambit – Una truffa a regola d’arte”

Michael Hoffman, nel 2012, forte della sceneggiatura scritta dai fratelli Coen, girò “Gambit – Una truffa a regola d’arte”, remake dell’omonimo film del 1966 con da Michael Caine e Shirley MacLaine. Hoffman scelse come protagonisti Colin Firth e Cameron Diaz, ma il botteghino italiano non l’ha premiato, soprattutto per l’intenzione di essere una commedia girata per far ridere, ma alla fine i momenti di debolissima ilarità si riducono a 2-3 scenette. Ovviamente, a spiccare è la conturbante Diaz, di una sensualità ammaliante e, allo stesso tempo, sbarazzina.

8. “Shoot ‘Em Up – Spara o muori”

Clive Owen e Monica Bellucci sono i protagonisti di questo action-thriller che conta più morti di “300”, e che vede i due nei panni di Smith, un uomo che salva il bimbo di una donna uccisa da pericolosi sicari, affidandolo a una prostituta (Bellucci) di nome DQ, Donna Quintano. Se non l’avete visto non preoccupatevi, non vi siete persi davvero nulla, tranne la sfacciata bellezza dei due protagonisti.

9. “Jennifer’s Body”

Beh, per Karyn Kusama non sarà stato difficile affidare il ruolo di “mangiatrice di uomini” nell’horror “Jennifer’s Body” a una delle più sensuali attrici di Hollywood: Megan Fox. Peccato che il film sia davvero brutto, pieno di scene al limite del ridicolo che ne fanno una pellicola da serie “Z”.

10. “Don Jon”

Joseph Gordon-Levitt , una delle nuove stelle del panorama Hollywoodiano, nel 2013 ha scritto, diretto ed interpretato la commedia “Don Jon” dove il protagonista è uno fissato con i porno e la palestra, ma un giorno s’innamora della bella Barbara (Scarlett Johansson) che cerca di redimerlo con la sua dolcezza e la sua passione per i film d’amore. Volgare, vuoto e inutile sono i tre aggettivi che si addicono al film, mentre non si capisce perché la Johansson – stupenda più che mai – abbia accettato l’insulso ruolo.

108 CONDIVISIONI
Come è cambiato Calvin Harris: da adolescente butterato a sex symbol
Come è cambiato Calvin Harris: da adolescente butterato a sex symbol
Riccardo Scamarcio a 'Le invasioni barbariche': "Non sono più un sex symbol"
Riccardo Scamarcio a 'Le invasioni barbariche': "Non sono più un sex symbol"
Russell Crowe ieri e oggi, come invecchia un sex symbol
Russell Crowe ieri e oggi, come invecchia un sex symbol
173.640 di Spettacolo Fanpage
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni