L'effetto domino dello scandalo sessuale che ha travolto Harvey Weinstein non accenna ad arrestarsi e, più passano i giorni, più emergono testimonianze agghiaccianti rispetto a ciò che il produttore avrebbe fatto negli anni scorsi, nel totale silenzio degli addetti ai lavori che conoscevano il suo modo di approcciarsi alla sfera femminile. Con un'intervista al New Yorker, si è aggiunta alla lunga e corposa lista delle vittime di Weinstein un'altra attrice nota, Annabella Sciorra, interprete di Gloria Trillo ne I Soprano, che ha appunto accusato il produttore di averla stuprata negli anni '90.

L'incontro tra Annabella Sciorra e Weinstein.

L'attrice aveva proposta al produttore la sceneggiatura di un amico e lui, in modo, compiacente, non solo avrebbe promesso di produrla, ma le propose anche di essere l'attrice protagonista. Il loro incontro sembrava essere andato alla perfezione, ma Weinstein giorno dopo, in seguito a una cena della Miramax, si sarebbe presentato a casa sua. Ecco il racconto che la Sciorra ha fatto al settimana americano

Ho aperto la porta quel poco che basta per vedere chi fosse. Lui ha spinto ed è entrato, come se fosse casa sua, e ha iniziato a sbottonarsi la camicia. Era evidente cosa avesse in mente, io avevo solo una camicia da notte, non avevo molto addosso. Gli ho detto ‘Devi andartene, vai via, esci dal mio appartamento!', ma lui mi ha buttata sul letto e si è messo sopra di me.

I rimpianti dell'attrice.

Il racconto crudo dell'attrice la vede del tutto inerme davanti ai soprusi di Weinstein: "Alla fine, ha eiaculato sulla mia gamba e sulla mia camicia da notte. Poi ha provato a fare del sesso orale su di me, io ho resistito, ma avevo davvero poche forze". Annabella Sciorra, che ammette di aver dormito per molto tempo con una mazza da baseball accanto al suo letto, dimostra anche un grande senso di pentimento, in considerazione della sua incapacità di reagire, oltre che l'imbarazzo di questi anni che l'ha condotta al silenzio

Come molte delle donne che stanno parlando ora, mi vergognavo di quello che è successo. Ho combattuto, ho provato a respingerlo. Ma poi mi chiedevo ‘Perché gli ho aperto la porta? Perché aprire la porta a notte fonda?'. Mi vergognavo, sentivo di aver fatto un errore.

Tutte le accuse a Weinstein.

Ormai la lista delle donne che hanno accusato Weinstein, distruggendo di fatto la sua reputazione ed impedendogli di continuare a esercitare il proprio potere negli affari di Hollywood. In Italia il caso di Asia Argento ha fatto grande scalpore, ma tante altre attrici celebri hanno raccontato degli abusi subiti da Harvey Weinstein: Gwyneth Paltrow, Angelina Jolie, Lupita Nyong'o, Giovanna Rei, così come un'attrice italiana rimasta anonima, la cui testimonianza ha fatto altrettanto scalpore. Sono oramai più di 50 le donne che hanno denunciato gli abusi del produttore.