Con quegli occhi enormi da cerbiatta, il fisico mozzafiato e un talento naturale, la bella Katherine Heigl non poteva non diventare una stella del mondo del cinema e della tv. L’attrice compie 40 anni il 24 novembre e, naturalmente, il ruolo a cui deve la fama mondiale è quello della dottoressa Izzie Stevens nella serie cult “Grey’s Anatomy”, anche se forse non tutti sanno che la Heigl ha girato 27 pellicole per il grande schermo e preso parte a 13 serie e film tv.

Gli inizi da modella

L’attrice nasce a Washington da genitori di origini tedesche e irlandesi. Presto, con i due fratelli e la sorella, si spostano nel Connecticut e, purtroppo qui, quando aveva solo 16 anni, il fratello dell’attrice muore in un incidente. A seguito del lutto, la famiglia si convertirà alla dottrina mormone e i genitori divorzieranno nel 1996. Nel 1997, si trasferisce a Los Angeles con la famiglia e inizia a coltivare la sua immensa passione per la recitazione. Grazie a una sua zia, la Heigl diventa testimonial di un prodotto per capelli. La donna, però, invierà le foto anche a varie agenzie di moda di New York e, dopo poco tempo, ottiene il suo primo contratto presso la famosa Wilhelmina Models. Da allora, il suo volto è su alcune delle riviste più patinate e compare in tantissimi spot nazionali.

I primi film e la serie “Roswell”

L’esordio sul grande schermo avviene nel 1992, quando Craig Bolotin la vuole nel film “Calde notti d’estate”, seguito da “Piccolo, grande Aaron”(1993), di Steven Soderbergh; “Ma dov’è andata la mia bambina”(1994), diretto da Steve Miner e “Trappola sulle Montagne Rocciose”(1995), di Geoff Murphy. Nel 1996, è in tv col film “Aiuto sono mia sorella”, di Blair Treu mentre al cinema sarà nel cast de “Il mistero del Principe Valiant”(1997), di Anthony Hickox e dell’horror “La sposa di Chucky”(1998), diretto da Ronny Yu. Nel 1999, inizia la sua avventura nella seguitissima serie tv “Roswell”, dove la Heigl ha il ruolo dell’aliena Isabel Evans. Il successo le consente di girare un film dopo l’altro e, infatti, escono “100 ragazze”(2000), di Michael Davis; “Valentine – Appuntamento con la morte”(2001), di Jamie Blanks e “Descendant”(2003), diretto dalla coppia formata da Kermit Christman e Del Tenney.

Il successo e i premi di “Grey’s Anatomy”

Nel 2005, arriva l’occasione della vita. La Heigl entra nel cast della serie cult “Grey’s Anatomy”, dove ha il ruolo della dottoressa Izzie Stevens. Il pubblico si affeziona immediatamente al personaggio e l’attrice riesce a portare a casa un Emmy come Miglior attrice non protagonista e due nomination ai Golden Globe. Mentre è impegnata in tv, si concede anche al cinema girando “Side Effects – Gli effetti collaterali dell’amore”(2005), di Kathleen Slattery-Moschkau; “Molto incinta”(2007), di Judd Apatow; l’esilarante “27 volte in bianco”, di Anne Fletcher; “La dura verità”(2009), di Robert Luketic e “Tre all’improvviso”(2010), di Greg Berlanti.

Gli ultimi film e le serie “Doubt” e “Suits”

Nel 2011, Garry Marshall la vuole nello straordinario cast di “Capodanno a New York” mentre due anni dopo la Heigl è con Robert De Niro e Diane Keaton in “Big Wedding”. Tra il 2014 e il 2015, ha fatto parte del cast della serie tv “State of Affairs” invece le ultime pellicole in cui l’abbiamo vista sono “Home Sweet Hell”(2015), di Anthony Burns; “Jenny’s Wedding”(2015), diretto da Mary Agnes Donoghue e “L’amore criminale”(2017), di Denise Novi. Nello stesso anno, entra nel cast della serie “Doubt – l’arte del dubbio” ma i suoi fan l’hanno potuta anche ammirare nella serie “Suits”(2018) dove veste i panni di Samantha Wheeler.