Arriva “Jurassic World – Il Regno Distrutto”, sequel del blockbuster “Jurassic World”, uscito nel 2015 e che ha incassato l’impressionante cifra di 1.6 miliardi di dollari. Stavolta, in cabina di regia, al posto di Colin Trevorrow c’è il bravissimo Juan Antonio Bayona. Dopo il drammatico “The Place”, Valerio Mastandrea torna invece con la commedia “Tito e gli alieni”, diretta da Paola Randi e presentata in anteprima alla 35esima edizione del Torino Film Festival. L’Italia è presente anche con un’altra commedia, "Malati di Sesso", di Claudio Cicconetti, con Francesco Apolloni e Gaia Bermani Amaral mentre, finalmente, ci sarà anche “DIVA!”, di Francesco Patierno, straordinario docufilm sulla leggenda vivente Valentina Cortese. Sul fronte drammatico, c’è il thriller psicologico “Respiri”, con l’amatissimo Alessio Boni e “La Terra dell’Abbastanza”, dei fratelli Damiano e Fabio D’Innocenzo, candidato a 3 Nastri d’Argento.

“Jurassic World: il Regno Distrutto”

Un'eruzione vulcanica minaccia i dinosauri rimasti ad Isla Nublar, dove le creature hanno vagato liberamente, per diversi anni, dopo la scomparsa del parco a tema “Jurassic World”. Claire Dearing, l'ex direttrice del parco, ora ha fondato il Dinosaur Protection Group, un'organizzazione dedicata alla protezione dei dinosauri. Per aiutare la sua causa, Claire ha reclutato Owen Grady,  l’ex addestratore di dinosauri che lavorava con lei al parco, per evacuare l’isola ed evitare la morte degli ultimi esemplari. Ma non sanno a cosa andranno incontro.

“Tito e gli alieni”

Il Professore è uno scienziato che, dopo la morte della moglie, ha deciso di vivere da solo nel deserto del Nevada, vicino alla famigerata e misteriosa Area 51. In teoria, dovrebbe lavorare ad un progetto segreto per il governo statunitense, ma in realtà passa le sue giornate su un divano ad ascoltare il suono dello spazio. Il suo solo contatto con il mondo è Stella, una wedding planner che organizza matrimoni per i turisti a caccia di alieni. Un giorno, gli arriva un messaggio da Napoli: suo fratello sta morendo e gli affida i suoi figli, Anita di 16 anni e Tito di 7, che andranno a vivere in America con lui. I ragazzi si aspettano di trovare un posto simile a Las Vegas e invece si ritrovano in mezzo al nulla, nelle mani di uno zio squinternato, in un luogo strano dove si dice che vivano gli alieni.

“Malati di sesso”

Giacomo è seduttore incallito che, nella vita, fa l’autore comico per la televisione. Giovanna, invece, è una bellissima e desiderata active coach che usa il sesso come affermazione di sé. I due si incontrano per caso nello studio di uno psicoanalista, dove entrambi si recano alla ricerca di una soluzione per il problema che li rende simili. Da quel momento, saranno travolti da una serie di disavventure che li condurranno in giro per l'Italia, intrecciando le loro vite con quelle degli amici Livio, un giocatore incallito ed Eleonora, una convinta animalista.

“DIVA!”

E’ lo straordinario docufilm sulla leggenda vivente Valentina Cortese. Presentato, fuori concorso, alla 74esima edizione del Festival di Venezia, il documentario è tratto dal libro autobiografico della grande attrice, “Quanti sono i domani passati”, curato da Enrico Rotelli ed edito da Mondadori nel 2012. Patierno racconta la sua storia, quella di un’icona che ha lavorato con i più grandi registi italiani ed internazionali e che ha dominato la scena cinematografica dagli anni ’40 in poi. Per narrare la sua fenomenale vita tra cinema e sfera privata, il regista napoletano ha assoldato otto grandi attrici – Barbora Bobulova, Anita Caprioli, Carolina Crescentini, Silvia d’Amico, Isabella Ferrari, Anna Foglietta, Carlotta Natoli e Greta Scarano – che interpretano le sue stesse parole, tratte dall’autobiografia già citata, che portano lo spettatore in un viaggio incredibile attraverso i suoi ricordi e le sue interpretazioni.

“Respiri”

Dopo una misteriosa disgrazia, l’ingegnere 40enne Francesco si ritira a vivere, con la figlia piccola, in un paese sul lago d’Iseo, nell’antica villa di famiglia. Qui, c’è anche un'altra misteriosa persona, di cui si percepisce soltanto l'eco del respiratore che la tiene in vita, e poi Marta, amica d’infanzia da sempre innamorata di Francesco. Ma ulteriori presenze, decisamente più pericolose, si muovono intorno alla villa. Cos'è accaduto a Francesco e alla sua famiglia e quali segreti nasconde? E, soprattutto, riusciranno quanti gravitano intorno alla casa a sfuggire al pericolo che incombe sulle loro vite? Le risposte sono tra le mura della villa, custode silenziosa della verità.

“La Terra dell’Abbastanza”

I protagonisti del film sono Mirko e Manolo, due amici della periferia di Roma cresciuti, praticamente, insieme. La loro vita procede in maniera lineare, i due sono bravi ragazzi che coltivano i propri sogni, fino a quando, in una notte qualunque, investono un uomo e decidono di scappare senza prestare soccorso. Nei giorni seguenti, affiorano i sensi di colpa ma quella tragedia sembra trasformarsi nella loro fortuna. Infatti, i giovani scoprono che l’uomo che hanno ucciso è un pentito di un clan criminale del Pantano e così, entrano di diritto nel temuto gruppo criminale, guadagnandosi rispetto e denaro . Ma quella fortuna diventerà presto il loro inferno.