55 CONDIVISIONI

Ho cercato il tuo nome, Zac Efron reduce di guerra alla ricerca dell’amore

Zac Efron è maturato e pronto per il ruolo del soldato Logan Thibault, scampato alla morte grazie ad una foto di una donna trovata nella sabbia. Da allora il suo unico obiettivo è quello di conoscerla per ringraziarla. Ma l’amore è dietro l’angolo.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Spettacolo Fanpage.it
A cura di Ciro Brandi
55 CONDIVISIONI

L’idolo delle teenagers Zac Efron ha messo su una ventina di chili di muscoli ed è pronto ad approdare di nuovo nelle sale, dal 25 aprile, con il suo film drammatico-sentimentale, “Ho cercato il tuo nome”, diretto da Scott Hicks, tratto dall’ennesimo romanzo di Nicholas Sparks. Quando parliamo di un film tratto dalle opere del famoso scrittore americano già sappiamo cosa aspettarci: un lui e una lei bellissimi, che vivono una stupenda storia d’amore, strappalacrime a livelli massimi, magari sullo sfondo di una tragedia, socialmente riconoscibile e coinvolgente. E’ successo già con “Dear John”, di Lasse Hallstrom, dove il soldato Channing Tatum scriveva lettere d’amore dal fronte alla sua bella, o in “Come un uragano”, con la tormentatissima storia d’amore e morte tra Richard Gere e Diane Lane. In “Ho cercato il tuo nome”, Efron è un reduce di guerra, totalmente trasformato nel fisico e in un ruolo per lui assolutamente inedito rispetto a tutti quelli interpretati finora. La pellicola farà sicuramente presa sulle ragazzine ma, a nostro avviso, è tutto già visto, trito e ritrito, almeno da quello che traspare dalle immagini del trailer.

La trama

Ho cercato il tuo nome

Il sergente dei Marines, Logan Thibault, torna a casa dopo tre missioni in Iraq. L’uomo è sopravvissuto miracolosamente a una granata per raccogliere la fotografia di una donna intravista nella sabbia. Dopo questo evento Logan tiene la foto con sè come portafortuna ed è deciso a trovare questa sconosciuta per saldare questo enorme debito di riconoscenza. Arrivato negli States, e grazie ad un particolare architettonico della foto, il sergente attraversa a piedi alcuni Stati, facendo vedere la ragazza (di nome Beth) a tutte le persone che incontra. Dopo averla trovata, inizia a lavorare al canile gestito dalla famiglia di lei, non dichiarando subito il motivo per il quale è arrivato fino a lì. Beth è una ragazza bellissima e sensibile, ha perso un fratello in guerra, è amatissima da una nonna saggia e guardinga, è madre di un bimbo e ha un ex marito sceriffo e alquanto prepotente. Ben presto la giovane s’innamorerà del bel sergente, ma l’ex marito farà di tutto per ostacolare il loro sentimento.

Il cast

Ho cercato il tuo nome - Zac Efron

Zac Efron è sicuramente maturato rispetto alla sue ultime esperienze (“Capodanno a New York”, “Segui il tuo cuore”) e affronta il primo vero ruolo serio e “adulto” della sua carriera, anche se nel trailer appare un tantino a disagio e fuori parte. Speriamo di ricrederci. La bella Beth ha il volto di Taylor Schilling, nota soprattutto per la serie tv “Mercy”, andata in onda dal 2009 al 2010 e nei suoi progetti c’è anche il nuovo film di Ben Affleck, “Argo”. Blythe Danner interpreta invece il ruolo della nonna di Beth, e molti di voi la ricorderanno sicuramente per aver preso parte alla sage di “Ti presento i miei”, al fianco di Robert De Niro, Dustin Hoffman e Ben Stiller, oltre ad aver vinto 2 Emmy per l’interpretazione di Isabelle “Izzy” Huffstodt nella serie “Huff”. Completano il cast: Riley Thomas Stewart, Jay R. Ferguson, Adam LeFevre, Robert Hayes, Joe Chrest, Russ Comegys e Sharon Morris.

La nostra recensione

Se state pensando che si tratti della solita storia d’amore vista e rivista migliaia di volte, ebbene si, avete ragione. Interessante lo spunto iniziale della foto trovata per caso e l’inserimento di elementi legati all’attualità come il riferimento al conflitto in Iraq, ma la trama e l’intreccio perdono man mano lo slancio iniziale e tutto si fa piatto e banale, senza alcuno scossone. La regia di Hicks è quanto mai patinata e fatta per un pubblico di giovanissime che andranno al cinema soltanto per vedere il sexy Efron maturato, muscoloso e in preda ad un raptus sessuale consumato sotto la doccia con la bella (e quasi soporifera) Taylor Schilling, mentre noi abbiamo apprezzato molto di più le performance di Riley Thomas Stewart e Blythe Danner, i quali danno un minimo di spessore all’intera pellicola. Qualcuno di voi se la sente di accompagnare la propria fidanzata, o moglie, al cinema? Se si, allora approfittate di qualche momento di distrazione per infilarvi nella sala dove danno “The Avengers”.

Voto: 3

55 CONDIVISIONI
Da Nicole Kidman a Zac Efron, tutti a Cannes per The Paperboy
Da Nicole Kidman a Zac Efron, tutti a Cannes per The Paperboy
Zac Efron perde un preservativo sul red carpet [VIDEO]
Zac Efron perde un preservativo sul red carpet [VIDEO]
Zac Efron disgustato dalla corte di Demi Moore
Zac Efron disgustato dalla corte di Demi Moore
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views