Ha prestato la sua inconfondibile voce a quasi 80 star del cinema, ma ha anche girato ben 29 pellicole e 26 tra serie e film tv. Francesco Pannofino, il 14 novembre, compie 60 anni ed è diventato uno dei volti di primo piano del cinema, della tv ma anche della radio e del teatro italiani. Ha doppiato, tra gli altri, George Clooney, Denzel Washington, Kurt Russell, Mickey Rourke, Tom Hanks, Daniel Day-Lewis, Jean-Claude Van Damme mentre al cinema ha esordito nel 1995 nel film “Croce e delizia”, di Luciano De Crescenzo. Lo scorso settembre, lo abbiamo visto nella serie tv “Romolo + Giuly: La guerra mondiale italiana” ma ha già in cantiere altri interessanti progetti.

Le prime esperienze e il doppiaggio di “Forrest Gump”

Francesco Pannofino è nato a Pieve di Teco, in provincia di Imperia, da genitori pugliesi. Ha un fratello, Natale Lino Pannofino, noto dialoghista. Nel 1972, si trasferisce con la famiglia a Roma per frequentare l’Università e, 6 anni dopo, suo malgrado diventa testimone oculare dell’agguato di Via Mario Fani, in cui venne rapito Aldo Moro e uccisi i suoi uomini della scorta. Per guadagnare quale soldo, col fratello Lino iniziò a lavorare a teatro e in radio, prima al Teatro Stabile di Trieste, con Antonella Steni e poi con Gigi Angelillo. Il 1993 è l’anno della svolta perché doppia Tom Hanks nel cult “Forrest Gump” di Robert Zemeckis. Da quel momento, la sua carriera ha una spinta propulsiva e non si fermerà, praticamente, mai più.

Oltre a Tom Hanks, Francesco Pannofino è il doppiatore ufficiale di George Clooney e Denzel Washington, ai quali ha prestato la voce in tutte le loro pellicole di maggiore successo. Tra gli altri magnifici divi che ha doppiato spiccano i nomi di Kurt Russell, Jean-Claude Van Damme, Antonio Banderas, Wesley Snipes, Dan Aykroyd, Robbie Coltrane, Philip Seymour Hoffman, Mickey Rourke, Michael Madsen, Kevin Spacey, Clive Owen, Benicio del Toro, Samuel L. Jackson, Vin Diesel, John Goodman, Sean Penn e Bruce Willis, senza contare i personaggi di tanti cartoni animati e videogiochi.

L’esordio al cinema con Luciano De Crescenzo

L’esordio al cinema, come attore, avviene nel 1995, nel film “Croce e delizia”, di Luciano De Crescenzo, in cui Pannofino interpreta il ruolo del bacocco. Seguiranno, “Così è la vita”(1998), di e con Aldo, Giovanni e Giacomo; “Liberate i pesci!”(2000), di Cristina Comencini; “Fatti della banda della Magliana”(2005), diretto da Daniele Costantini e “Notturno bus”(2007), di Davide Marengo. In televisione, invece, sarà nelle serie “Lui e lei”(1998), “Cuore”(2001), “Una donna per amico”(2001), “La squadra”(2001), “Questa è la mia terra”(2006) e “Giovanni Falcone – L’uomo che sfidò Cosa Nostra”(2006), dove Pannofino ha il ruolo di Tommaso Buscetta.

“Boris” e le grandi commedie per il cinema

Dal 2007 al 2011 ha interpretato il ruolo del regista René Ferretti nella serie televisiva “Boris” e nella pellicola “Boris – Il film”(2011). Negli stessi anni, ha preso parte ad altri film di successo come “Lezioni di cioccolato”(2007), di Claudio Cupellini; “Diverso da chi?”(2009), diretto da Umberto Carteni; “Io & Marilyn”(2009), per la regia di Leonardo Pieraccioni e “Maschi contro femmine”(2010), di Fausto Brizzi. Nel 2011, è nel cast del programma tv “Lasciatemi cantare!”, condotto da Carlo Conti e nelle sale con “Faccio un salto all’Avana”, di Dario Baldi mentre l’anno dopo presenta il concerto del Primo Maggio con Virginia Raffaele. Sempre nel 2012, è in televisione con la serie “Nero Wolfe” e al cinema con “Poker Generation”, di Gianluca Mingotto; “Workers – Pronti a tutto”, per la regia di Lorenzo Vignolo e “Operazione vacanze”, di Claudio Fragasso.

Gli ultimi film e i progetti in cantiere

Francesco Pannofino continua ad esplorare il genere commedia prendendo parte a pellicole come “L’arbitro”(2013),di Paolo Zucca; “Sono un pirata, sono un signore”(2013), diretto da Eduardo Tartaglia e “Ogni maledetto Natale”(2014), di Giacomo Ciarrapico, Mattia Torre e Luca Vendruscolo. In tv, invece, sarà Dalmasso nella miniserie “Adriano Olivetti – La forza di un sogno”(2013) e Nereo Rosso nel film “La farfalla granata”(2013). Le ultime pellicole per il grande schermo a cui ha preso parte sono “Le frise ignoranti”(2015), di Antonello De Leo e Pietro Loprieno; “Pecore in erba”(2015), diretto da Alberto Caviglia; “Assolo”(2106), per la regia di Laura Morante e “My Father Jack”(2016), di Tonino Zangardi. In tv, lo abbiamo appena visto nella serie “Romolo + Giuly: La guerra mondiale italiana”, andata in onda su Fox lo scorso settembre. In cantiere, Pannofino ha la commedia “L’uomo che comprò la Luna”; di Paolo Zucca; il drammatico “La partita”, diretto da Francesco Carnesecchi e “Il caso Pantani”, di Domenico Ciolfi.