L'effetto dello scandalo sessuale Weinstein sta generando un effetto domino il cui andamento, come prevedibile, va spesso fuori controllo. E se da una parte il tema resta positivamente al centro dell'attenzione pubblica e continuano a fioccare accuse ad altri personaggi noti del mondo di Hollywood, come accaduto per il regista James Tobackil regista James Toback o l'attore Kevin Spacey, dall'altra si sta sviluppando un'iper sensibilità verso il tema dell'abuso sessista che rischia di generare distorsioni, nonché svilire l'argomento stesso.

Il gesto contestato ad Adam Sandler.

Questo per raccontare ciò che è successo ad Adam Sandler, attore e regista americano molto noto per alcune fortunate commedie, che nelle scorse ore si è improvvisamente ritrovato al centro di una polemica per aver toccato il ginocchio della collega Claire Foy durante la celebre trasmissione televisiva Graham Norton Show. Ospite del programma per il lancio del suo ultimo film, l'attore 51enne è stato travolto da una fitta serie di commenti che contestavano il suo gesto. Sandler tocca il ginocchio dell'attrice una prima volta, mano subito spostata da Claire Foy con imbarazzo e poi, con un gesto che sembra quello di chi tenta di smorzare la tensione, Sandler mette di nuovo la sua mano sul ginocchio dell'attrice, suscitando quella che sembra una reazione divertita e continuando, poi, con il suo discorso.

Le accuse di sessismo.

A scagliarsi contro di lui non è stato solo il sempre citato popolo del web. Alle polemiche sui social hanno fatto eco diverse testate giornalistiche che hanno riportato la notizia ed anche altre, come il The Independent, che in un articolo dal titolo "No, non possiamo ignorare il gesto di Adam Sandler", ha tentato di scandagliare la questione argomentandola così: "Il gesto di Sandler è indicatore di una involontaria noncuranza nei confronti dello spazio privato di una donna". In un altro passaggio del commento firmato da Rachael Revesz si legge che "questo tipo di sessismo è meno chiaro, ma non meno dannoso".

Claire Foy chiarisce di non sentirsi offesa.

La vicenda ha sollevato un polverone sviluppatosi soprattutto sui social network, di proporzioni tali da portare ad un commento ufficiale dell'ufficio stampa di Claire Foy, parole con le quali si tenta di attutire il peso di una polemica piuttosto inconsistente: "Non crediamo alle interpretazioni date al gesto di Adam Sandler e nessuna offesa è stata causata a Claire". Lo stesso Sandler, nel commentare l'accaduto, ha descritto come un gesto amichevole il suo, tramite la pubblicazione di un comunicato ufficiale.

Le accuse a Kevin Spacey e il suo coming out.

Come detto in principio, ci troviamo in settimane convulse nelle quali il mondo dello spettacolo è stat stravolto, a livello planetario, dallo scandalo per presunti abusi sessuali del noto produttore Harvey Weinstein. Il susseguirsi incessante di accuse ai suoi danni, ha alimentato una grande attenzione pubblica sul tema, oltre che spinto molte persone vittime di abusi ad avere la sicurezza per uscire allo scoperto. Il caso più recente è quello relativo a Kevin Spacey, accusato da Anthony Rapp di aver tentato di sedurlo più di 30 anni fa, quando lui era ancora minorenne. Con un lungo comunicato Spacey si è scusato per l'accaduto, di cui non ricorda nulla essendo probabilmente ubriaco allora, e aggiungendo alla dichiarazione il tutt'altro che irrilevante dettaglio del suo coming out.