Il 16 maggio arrivano nelle sale “John Wick 3 – Parabellum”, terzo capitolo con il serial killer interpretato da Keanu Reeves che appassiona milioni di fan in tutto il mondo; la commedia “Attenti a quelle due”, con protagoniste il premio Oscar Anne Hathaway e Rebel Wilson; “Bangla”, il film d’esordio di Phaim Bhuiyan in cui racconta la sua vita tra Islam, amore e castità; il bellissimi e profondo “Quando eravamo fratelli”, diretto da Jeremiah Zagar; il sequel horror “Unfriended: Dark Web”, prodotto da Jason Blum. Il 17, invece, sarà la volta di “Dolor y Gloria”, la nuova fatica di Pedro Almodovar in concorso al Festival di Cannes 2019.

“John Wick 3 – Parabellum”

Lo spietato John Wick è in fuga perché sulla sua testa c’è una taglia di 14 milioni di dollari e la situazione è peggiorata dopo aver infranto una delle regole fondamentali: uccidere qualcuno all'interno dell'Hotel Continental. La vittima infatti era un membro della Gran Tavola che aveva posto la taglia su di lui. John avrebbe dovuto già essere stato eliminato, ma il manager dell'Hotel gli concede 1 ora di tempo prima di dichiararlo ufficialmente “scomunicato". Il killer dovrà cercare di restare vivo, lottando e uccidendo, in cerca di una via d’uscita da New York.

“Dolor y Gloria”

Salvador Mallo è un regista oramai avviato sul viale del tramonto che inizia a ripercorrere con la memori i ricordi più cari partendo dalla sua infanzia negli anni ’60, quando emigrò con i suoi genitori a Paterna, in provincia di Valencia, in cerca di fortuna e continuando con il primo desiderio; il suo primo amore da adulto nella Madrid degli anni ‘80; il dolore della rottura di questo amore quando era ancora vivo e palpitante; la scrittura come unica terapia per dimenticare l’indimenticabile; la precoce scoperta del cinema ed il senso del vuoto, l’incommensurabile vuoto causato dall’impossibilità di continuare a girare film. Nel recupero del suo passato, Salvador sente l’urgente necessità di narrarlo, e in quel bisogno, trova anche la sua salvezza.

“Attenti a quelle due”

Josephine e Lonnie sono due truffatrici squattrinate provenienti da diverse estrazioni sociali. Le donne uniranno le loro forze, nel Sud della Francia, per vendicarsi degli uomini che le hanno prese in giro e per spillare quanti più soldi possibili soprattutto a Thomas, un ricchissimo genio del settore tecnologico, vero bersaglio della loro truffa. Ne succederanno di tutti i colori.

“Bangla”

Phaim è un ragazzo musulmano di origini bengalesi nato in Italia 22 anni fa. Vive con la sua famiglia a Torpignattara, noto quartiere multietnico di Roma, lavora come steward in un museo e suona in un gruppo. E' proprio in occasione di un concerto che incontra Asia, suo esatto opposto: istinto puro, nessuna regola. Tra i due l'attrazione scatta immediata e Phaim dovrà capire come conciliare il suo amore per la ragazza con la più inviolabile delle regole dell'Islam: la castità prima del matrimonio.

“Quando eravamo fratelli”

Jonah, Manny e Joel sono tre bambini che affrontano l’infanzia nella campagna di New York, e rispondono come possono al precario affetto dei loro genitori. Mentre Manny e Joel crescendo diventano sempre più simili al padre, la mamma cerca di tenere Jonah, il più piccolo, nel bozzolo di casa. Più sensibile e consapevole dei suoi fratelli maggiori, Jonah abbraccia un mondo d’immaginazione che è solo suo per evadere essenzialmente dalla realtà.

“Unfriended: Dark Web”

Matias è un ragazzo che lavora in un cyber café e un giorno trova, tra gli oggetti smarriti, un laptop che apparentemente non appartiene a nessuno e, così, decide di portalo con sé. Una volta a casa, avvia una videochat di gruppo con i suoi amici più cari dopo aver scoperto che da quel pc si può accedere al Dark Web ma trova anche decine e decine di film con foto di omicidi e video di torture. Da quel momento, i ragazzi si renderanno conto che il serial killer li tiene d’occhio tramite il computer e la loro stessa vita sarà in grave pericolo.