L’attesa è finita. Dal 19 giugno, infatti, “La bambola assassina”, reboot firmato da Lars Klevberg che porterà, sicuramente, nelle sale tantissimo spettatori. Dal 20, invece, troveremo anche “Arrivederci Professore”, la commovente pellicola con protagonista Johnny Depp; “Rapina a Stoccolma”, con Ethan Hawke nei panni di un eccentrico e magnetico rapinatore; il romantico e amaro “Sir – Cenerentola a Mumbai”; la commedia on the road “La prima vacanza non si scorda mai”, firmata da Patrick Cassir: il thriller psicologico “The Elevator”, diretto da Massimo Coglitore e il duro e onirico “Lucania – Terra, Sangue e Magia”, per la regia di Gigi Roccati.

“La bambola assassina”

Karen è una giovane madre che, dopo aver traslocato e per far sentire più a suo agio il figlio Andy, decide di regalargli Chucky, un bambolotto giocattolo tecnologicamente avanzato. Entrambi, però, non sono consapevoli della sua natura malvagia, pronta a liberarsi di chiunque gli si pari davanti. Quando se ne accorgeranno, l’unica soluzione sarà quella di liberarsi del pupazzo cercando di salvare la propria pelle.

“Arrivederci Professore”

Richard Brown, professore universitario di mezza età, conduce un’esistenza tranquilla, fino a quando scopre di avere un cancro allo stadio terminale che gli lascia solo altri 6 mesi da vivere. A quel punto, l’uomo decide di rivoluzionare la sua vita e godersi a pieno il tempo che gli rimane. La sua complicata relazione sentimentale e il suo poco soddisfacente lavoro subiscono così un cambiamento brusco e repentino. Inaspettatamente l’avvicinarsi della sua morte aiuterà chi gli sta vicino a ritrovare la gioia di vivere.

“Rapina a Stoccolma”

A Stoccolma, nel 1973, Lars Nystrom, un bizzarro rapinatore, irrompe nella banca centrale e prende in ostaggio alcuni impiegati per costringere la polizia a scarcerare il suo amico Gunnar. Con i suoi modi bizzarri, Lars riesce ad accattivarsi le simpatie e l’aiuto dei suoi sequestrati, soprattutto di Bianca, moglie e madre di due bambini. Il paradossale rapporto tra Lars e i suoi ostaggi ha dato origine al fenomeno noto come “Sindrome di Stoccolma”.

“Sir – Cenerentola a Mumbai”

Ratna è una giovane vedova che lavora come domestica per Ashwin, erede di una ricca famiglia di Mumbai. Lui possiede tutto, ma è disilluso sul futuro; lei invece non possiede nulla ma è piena di speranza e lotta per i suoi sogni, soprattutto quello di diventare, un giorno, una stilista affermata. I loro due mondi così distanti si avvicineranno, facendo emergere sentimenti inaspettati ma le barriere tra di loro sembrano insormontabili.

“La prima vacanza non si scorda mai”

Marion e Ben vivono a Parigi e si conoscono su Tinder. I due non potrebbero essere più diversi: lei è intrepida e ama l'avventura, lui è ordinato e ipocondriaco. Ma si sa, gli opposti si attraggono e, dopo una notte di sesso sfrenato, decidono di trascorrere insieme le loro vacanze estive: a metà strada tra le loro destinazioni da sogno, Beirut per Marion, Biarritz per Ben, finiranno per ritrovarsi… in Bulgaria. Tra ostelli hippy, spiagge affollate e sport estremi, il viaggio di Marion e Ben si trasformerà in un’avventura on the road trascinante e rocambolesca, un’esperienza indimenticabile nel bene e nel male.

“The Elevator”

New York. Jack Tramell è un uomo single di 50 anni, famoso per il suo TV show, che fa impazzire gli americani. Il set principale è l’ascensore del building dove vive Jack, che si trasforma in luogo di espiazione delle sue colpe. Jack è sospettato da Katherine di aver commesso un efferato crimine ai danni della donna. Katherine è affascinante, autoritaria, cinica, scientifica ma anche a volte spaesata. Katherine blocca Jack nell’ascensore la sera del labour day, lungo weekend in cui la città si svuota, e lì cerca la sua vendetta.

“Lucania – Terra, Sangue e Magia”

Rocco e Lucia vivono in un mondo magico e inaccessibile, racchiuso tra le montagne e il mare. Lui è un padre severo, legato alla terra, che lotta per difenderla, mentre lei è una ragazza selvatica, muta dalla morte della madre Argenzia, che ha il dono di vedere e sentirne l’anima. Il padre che la vede parlare al vento, la crede pazza e disperato la sottopone ai riti di guarigione di una maga del paese. Tutto precipita quando Rocco rifiuta l’offerta di Carmine, un autotrasportatore che gli offre di seppellire rifiuti tossici nella propria terra in cambio di denaro, e per reagire a un’aggressione ammazza uno dei suoi uomini. L’uomo si trova costretto a fuggire a piedi per le montagne cercando di salvare la figlia. Comincia così il suo viaggio di espiazione e quello di formazione di Lucia, dove la ragazza dovrà abbandonare il ricordo della madre per aiutare il padre aggravato dal fardello della colpa, diventando donna.