L’attesa è finita. “Dumbo”, il live action diretto dal visionario e pluripremiato Tim Burton arriva nelle nostre sale e promette di fare scintille al botteghino. Nei cinema, però, ci saranno altre pellicole molto interessanti come “Bentornato Presidente!”, sequel della commedia del 2013 con Claudio Bisio, diretta da Giancarlo Fontana e Giuseppe G. Stasi; il fantasy “Border – Creature di confine”, storia d’amore molto “originale” per la regia di Ali Abbasi; il terrificante horror “The Prodigy – Il figlio del male”, con protagonista la talentuosa Taylor Schilling e lo sci-fi “Captive State”, del geniale Rupert Wyatt, con il grande John Goodman.

“Dumbo”

Al centro della narrazione c’è la famiglia di Holt Farrier, ex star del circo che al ritorno dalla guerra trova la propria vita sconvolta. Il proprietario del circo Max Medici lo assume e gli chiede di occuparsi di un tenerissimo elefantino appena nato di nome Dumbo le cui orecchie sproporzionate lo rendono lo zimbello dello spettacolo. I figli di Holt, Milly e Joe, scoprono però che il piccolo Dumbo, proprio grazie a quelle strane orecchie, è in grado di volare. L'imprenditore V.A. Vandevere e l'acrobata Colette Marchant faranno di tutto per trasformare il cucciolo di pachiderma in una star.

“Bentornato Presidente”

Sono passati otto anni dalla sua elezione al Quirinale e Peppino Garibaldi vive il suo idillio sui monti con Janis e la piccola Guevara. Peppino non ha dubbi: preferisce la montagna alla campagna… elettorale. Janis, invece, è sempre più insofferente a questa vita troppo tranquilla e soprattutto non riconosce più in lui l'uomo appassionato, di cui si era innamorata, e che voleva cambiare l'Italia. Richiamata al Quirinale, nel momento in cui il Paese è alle prese con la formazione del nuovo governo e appare minacciato da oscuri intrighi, Janis lascia Peppino e torna a Roma con Guevara. Disperato, Peppino non ha scelta: tornare alla politica per riconquistare la donna che ama.

“Border – Creature di confine”

Tina è un’agente della dogana nota per il suo olfatto infallibile. E’ come se riuscisse a fiutare la colpevolezza di chiunque nasconda qualcosa. Tuttavia, quando incontra Vore, un uomo sospetto, per la prima volta le sue abilità vengono messe alla prova. Tina percepisce che Vore nasconde qualcosa che lei tuttavia non riesce a identificare. Oltretutto, prova una certa attrazione verso di lui. Nel momento in cui Tina scopre l’identità di Vore tra i due s’instaura un legame speciale che permetterà alla donna di scoprire anche la verità su se stessa. Tina, come l’uomo, non appartiene a questo mondo. Tutta la sua esistenza è stata costruita su un’enorme bugia e ora deve scegliere se continuare a vivere nella menzogna o accettare la sconvolgente rivelazione di Vore.

“The Prodigy – Il figlio del male”

Sarah è la mamma di Miles un bimbo di 8 anni solitamente molto allegro e gioviale che, però, da un po' di tempo ha modificato i suoi comportamenti. Il bambino diventa improvvisamente misterioso, cupo e perennemente inquieto. Dopo averlo fatto visitare invano da alcuni dottori, Sarah inizierà a pensare che Miles sia sopraffatto da una presenza paranormale e, temendo per la sicurezza della sua famiglia, cercherà di proteggerlo ma allo stesso tempo indagherà su cosa o chi sta causando quegli strani atteggiamenti, scavando nel suo stesso passato.

“Captive State”

Da dieci anni, la Terra è occupata da una forza aliena che ha schiavizzato l'umanità sotto garantendo una pace apparente. A Chicago, gli abitanti si sono divisi tra collaborazionisti e dissidenti e, proprio lì, vive l’agente William Mulligan che avrà il compito di unire il mondo contro il nemico extraterrestre, reclutando il giovane Gabriel Drummond, figlio di un suo ex socio che si unì a un gruppo ribelle chiamato la Fenice.