I registi Scott Mosier e Yarrow Cheney riportano nelle sale “Il Grinch”, tratto dall’omonimo libro del Dr. Seuss, scritto nel 1957, ma stavolta in versione animata e prodotto dalla nota Illumination Entertainment. Nelle sale, però, ci saranno anche “Bohemian Rhapsody”, omaggio ai Queen e al loro leader Freddie Mercury, interpretato da un fenomenale Rami Malek; “Ride”, attesissimo film d’esordio alla regia di Valerio Mastandrea; la commedia “Se son rose”, 13esima pellicola dell’amatissimo Leonardo Pieraccioni e “Un giorno all’improvviso”, intensa prima prova da regista di un lungometraggio di Ciro D’Emilio, con protagonisti Anna Foglietta e Giampiero De Concilio.

“Il Grinch”

Il Grinch è una creatura verde e pelosa che vive in una grotta sul Monte Crumpit, in compagnia del cane Max. Solo quando ha terminato le scorte di cibo, si reca in paese, tra i Chissaranno che, ogni anno a Natale, intaccano la sua solitudine con i loro festeggiamenti sfrenati per questa festività che lui odia con tutto se stesso. Quando il Grinch viene a sapere che i Chissaranno stanno organizzando celebrazioni tre volte più grandi rispetto all'anno precedente, ha un'idea: decide di rubare il Natale. La notte della vigilia, infatti, si traveste da Santa Claus e arriva addirittura ad intrappolare una renna apatica, di nome Fred, per farle tirare la slitta. Nel frattempo, però, non sa che Cindy-Lou, un’esuberante ragazzina, e i suoi amici stanno escogitando un piano per intrappolare Babbo Natale, anche se in buona fede, per ringraziarlo di aver aiutato sua madre. Riuscirà Cindy-Lou a raggiungere il suo obiettivo? E, soprattutto, riusciranno la gioia e l'ottimismo a trionfare sulla scontrosità e sul cinismo?

“Bohemian Rhapsody”

Il film celebra la storia dei Queen e del frontman Freddie Mercury, che ha sfidato gli stereotipi e le convenzioni per diventare uno dei più amati intrattenitori del pianeta. La pellicola racconta la loro incredibile ascesa attraverso le straordinarie e iconiche canzoni che accompagnano la vita spericolata di Mercury. Tra picchi altissimi e cadute clamorose, la band si ritrovò unita più che mai al trionfale concerto Live Aid, nel luglio del 1985, dove Mercury affrontò la sua malattia guidando la band in una delle più grandi performance nella storia della musica moderna, cementando l'eredità di una gruppo che era sempre più simile a una famiglia, e che continua ad ispirare le nuove generazioni, i sognatori e gli amanti della musica.

“Ride”

Carolina è una mamma di un bambino di 10 anni che, da poco più di una settimana ha perso il marito, Mauro Secondari, un operaio caduto nella fabbrica in cui hanno transitato almeno tre generazioni. Da quando è successo Carolina, la sua compagna, è rimasta sola, con una fatica immensa a sprofondare nella disperazione per la perdita dell’amore della sua vita. Perché non riesce a piangere? Perché non impazzisce dal dolore? Per lei sembra non essere cambiato nulla. Nonostante gli sforzi, non riesce ad afferrare quello strazio giusto, sacrosanto e necessario a farla sentire una persona normale. Manca un giorno solo al funerale e tutti si aspetteranno una giovane vedova devastata. Carolina non può e non deve deludere nessuno, soprattutto se stessa.

“Se son rose”

Leonardo Giustini è un giornalista che si occupa di tecnologia per il web. Sua figlia Yolanda, stanca di vederlo sempre da solo, di mandare un messaggio dal suo cellulare a tutte le ex del padre: "Sono cambiato. Riproviamoci!". Come zombie usciti dalle tombe dell'amore, alcune delle ex incredibilmente rispondono all'accorato appello e quella che era nata come l'innocua provocazione di un'adolescente si trasforma in una macchina del tempo. Per Leonardo, barricato nel fortino delle sue pigre certezze, sarà un emozionante e divertente viaggio nel passato e nel presente.

“Un giorno all’improvviso”

Antonio Improta è un 17enne che sogna di diventare un calciatore e giocare in una grande squadra. Vive in una piccola cittadina di una provincia campana, una terra in cui cavarsela non è sempre così facile. A rendere ancora più complessa la situazione c’è la bellissima Miriam, una madre dolce ma fortemente problematica che lui ama più di ogni altra persona al mondo. Inoltre Carlo, il padre di Antonio, li ha abbandonati quando lui era molto piccolo e Miriam è ossessionata dall’idea di ricostruire la sua famiglia.