Poche ore fa, sono stati consegnati  i Globi d’Oro 2014, il premio cinematografico assegnato dall’Associazione della Stampa Estera in Italia, nella splendida cornice di Palazzo Farnese a Roma. Il premio al Miglior film è andato a “Il capitale umano” di Paolo Virzì, che martedì ha vinto anche il David di Donatello nella stessa categoria, portandosi a casa altre sei statuette. Un vero trionfo che non intende arrestarsi. Il Gran Premio, è stato consegnato, invece, a “In grazia di Dio” di Edoardo Winspeare, mentre il Globo per la Migliore opera prima a “Zoran, il mio nipote scemo” di Matteo Oleotto. Grandi applausi per il regista esordiente Sydney Sibilia che porta a casa il premio per la Migliore commedia con “Smetto quando voglio”, ottimo successo al botteghino.

Antonio Albanese e Sara Serraiocco sono i Migliori attori

Quest’anno, i Migliori attori premiati col Globo d’Oro sono stati Antonio Albanese per “L’intrepido”, di Gianni Amelio e Sara Serraiocco, per “Salvo” di Fabio Grassadonia e Antonio Piazza. La Miglior fotografia è quella di Stefano Falivene per “Still Life”, di Uberto Pasolini, mentre il premio per la Miglior sceneggiatura è andato al pluripremiato Pierfrancesco Diliberto, aka Pif, Michele Astori e Marco Martani per “La mafia uccide solo d’estate“.

La Miglior musica è quella di "Song' e Napule"

La Miglior musica è quella di Pivio e Aldo De Scalzi per “Song ‘e Napule”, premiati già ai David di Donatello e il Miglior documentario è “The Stone River”, di Giovanni Donfrancesco. Per i cortometraggi, a portare a casa l’ambito riconoscimento sono stati Antonio Andrisani e Vito Cea con “Sassywood”. Infine, il Premio alla Carriera è andato alla sempre affascinante signora del cinema italiano, Claudia Cardinale.