Tutti i riflettori del mondo sono puntati su di lui, grazie al film di Luca Guadagnino, “Chiamami col tuo nome”, candidato a 4 Oscar. Il 23enne Timothée Chalamet ha incantato il mondo, e l’Academy, con il ruolo di Elio, il 17enne che vivrà una struggente storia d’amore con Oliver (Armie Hammer), lo studente che sarà ospite nella sua casa nel Nord Italia, nell’estate del 1983. La parte gli ha regalato una nomination ai Golden Globe, al Premio BAFTA, agli Screen Actors Guild Awards e al Premio Oscar, però, l’attore ha già all’attivo 13 film, tra cui spiccano “Interstellar”, “Natale all’improvviso” e le serie “Law & Order”, “Royal Pains” e “Homeland – Caccia alla spia”.

Le serie tv: da “Law & Order” a “Homeland”

Chalamet è nato il 27 dicembre 1995 a Manhattan, nel famoso quartiere di Hell’s Kitchen, da padre francese e madre americana. Dopo il diploma alla Fiorello H. LaGuardia High School of Music & Art and Performing Arts a New York, ha frequentato la Columbia University e poi la Gallatin School of Individualized Study, che però ha abbandonato per dedicarsi interamente alla recitazione. Dopo una serie di cortometraggi, esordisce in televisione con la serie “Law & Order – I due volti della giustizia”(2009), seguita da “Royal Pains”(2012), “Homeland – Caccia alla spia”(2012), in cui interpreta il ruolo di Finn Walden e infine gira il film tv “Trooper”(2013), per la regia di Craig Gillespie.

L’esordio al cinema con “Men, Women & Children” di Reitman

Il 2014 è l’anno della sua svolta. Jason Reitman lo vuole nel cast di “Men, Women & Children”, accanto ad Adam Sandler e Jennifer Garner e Christopher Nolan gli affida la parte di Tom Cooper da adolescente (interpretato nella versione adulta da Casey Affleck), in "Interstellar", dandogli la possibilità di farsi conoscere al grande pubblico cinematografico. Successivamente, lo vedremo in film di minore risonanza come “Worst Friends”(2014), di Ralph Arend; “One and Two”(2015), per la regia di Andrew Droz Palermo e “Le verità sospese”(2015). Sempre nel 2015, lo vedremo in “Natale all’improvviso”, di Jessie Nelson. L’attore è stato nominato al Drama League, al Clive Barnes Award e ha ottenuto il Lucille Lortel Award per Miglior Attore per la sua interpretazione di Jim Quinn nella premiere mondiale del 2016 dell’opera di John Patrick Stanley, “Prodigal Son”, prodotto da Scott Rudin.

Il ruolo di Elio in “Chiamami col tuo nome”

Dopo “Miss Stevens”(2016), di Julia Hart, Luca Guadagnino gli affida la parte di Elio in “Chiamami col tuo nome”, il film che ha conquistato decine di premi in tutto il mondo e che il prossimo 4 marzo concorrerà agli Oscar con ben 4 nomination. Il regista lo ha conosciuto a New York, quando aveva solo 17 anni ed è rimasto subito folgorato da Chalamet, vedendo già in lui il suo Elio. La pellicola, tratta dal romanzo di André Aciman, ha entusiasmato il pubblico e la critica e ha regalato al giovane Chalamet la nomination come Miglior attore protagonista, concorrendo con star del calibro di Daniel Day-Lewis, Daniel Kaluuya, Gary Oldman e Denzel Washington.

I film in uscita e i progetti in cantiere

Tra gli altri progetti in cantiere di Chamelet, ci sono il film “Hostiles – Ostili”,di Scott Cooper,  dove recita al fianco di Christian Bale e Rosamund Pike. Il film ha aperto la 12esima edizione della Festa del Cinema di Roma e che arriverà nelle nostre sale il prossimo 1° marzo; “Lady Bird”, debutto alla regia di Greta Gerwig, con protagonista Saoirse Ronan e candidato a 5 Oscar; il dramma generazionale “Hot Summer Nights”, di Elijah Bynum e “Beautiful Boy”, altro film drammatico di Felix Van Groeningen in cui reciterà al fianco di Steve Carell per la produzione di Plan B.