AFMV - Addio fottuti musi verdi dei Jackal
8 Novembre 2017
19:17

CineMust: i film da non perdere in uscita il 9 novembre

Sbarca nelle sale il film dei The Jackal, “Addio Fottuti Musi Verdi”, fanta-comedy che farà la felicità di tutti i loro fan. Escono anche “The Place”, di Paolo Genovese con un cast stellare; “Borg McEnroe”, con Sverrir Gudnason e Shia LaBeouf; il sequel “Paddington 2”; “The Square”, di Ruben Ostlund e l’horror “Auguri per la tua morte”.
A cura di Ciro Brandi
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
AFMV - Addio fottuti musi verdi dei Jackal

Arriva nelle sale l’atteso film dei The Jackal, “Addio Fottuti Musi  Verdi”, fanta-comedy diretto da Francesco Ebbasta che farà la felicità dei loro tantissimi fan, dopo il clamore mediatico di “Gay Ingenui”, “Lost in Google” e “Gli effetti di Gomorra sulla gente”. Al cinema usciranno anche “The Place”, il nuovo lungometraggio di Paolo Genovese, con un cast di sole stelle formato da Marco Giallini, Alessandro Borghi, Valerio Mastandrea, Silvio Muccino, Alba Rohrwacher, Vittoria Puccini, Sabrina Ferilli, Rocco Papaleo e Vinicio Marchioni; “Borg McEnroe”, con  Sverrir Gudnason e Shia LaBeouf; “Paddington 2”, con Hugh Grant e Brendan Gleeson; “The Square”, diretto da Ruben Östlund, vincitore della  Palma d'oro al Festival di Cannes 2017 e l’horror “Auguri per la tua morte”.

“Addio fottuti musi verdi”

Partire o restare. Inseguire i propri sogni o accettare un lavoro qualunque. Piselli o fave. E soprattutto, è più facile trovare lavoro in Italia o nello spazio? Il protagonista è Ciro, super qualificato grafico pubblicitario, specializzato in porte in faccia e collezionista di delusioni che, dopo averle provate tutte, decide di partecipare ad un concorso e mandare il suo curriculum nientedimeno che agli alieni. Tanto quelli figurati se rispondono. E invece…

“The Place”

Un uomo misterioso siede sempre allo stesso tavolo di un ristorante e sta sempre lì, giorno e notte, ricevendo visite di continuo. Ognuno dei suoi clienti vuole qualcosa, è spinto da un desiderio profondo o impossibile. Lui è pronto ad esaudirli, ma c’è un prezzo da pagare. Ed è proprio questo il punto: quanto saranno disposti a spingersi oltre i protagonisti per realizzare i loro desideri?

“Borg McEnroe”

Per la prima volta al cinema una delle più straordinarie rivalità sportive di tutti i tempi che ha cambiato in modo indelebile la storia dello sport mondiale. Da una parte l’algido e composto Bjorn Borg, dall’altra l’irascibile e sanguigno John McEnroe. Il primo desideroso di confermarsi re incontrastato del tennis, il secondo determinato a spodestarlo. Svelando la loro vita fuori e dento il campo, Borg McEnroe è il ritratto avvincente, intimo ed emozionante di due indiscussi protagonisti della storia del tennis e il racconto, epico, di una finale diventata leggenda: quella di Wimbledon 1980.

“Paddington 2”

Paddington è ormai un celebre membro di Windsow Gardens, la comunità in cui vive con la famiglia Brown. A caccia del regalo perfetto per il centenario di zia Lucy, il nostro simpatico e buffo amico trova un raro libro pop up in un negozietto di antiquariato. Dopo avere svolto una serie di lavoretti per tentare di comprarlo, il libro sparisce misteriosamente, scatenando l'orsacchiotto e la mitica famiglia Brown sulle tracce dell'astuto ladro che l’ha trafugato.

“The Square”

Protagonista del film è Christian, curatore di un importante museo di arte contemporanea di Stoccolma, nonché padre amorevole di due bambine. Nel museo c’è grande fermento per il debutto di un’installazione chiamata “The Square”, che invita all’altruismo e alla condivisione, ma quando gli viene rubato il cellulare per strada, Christian reagisce in modo scomposto, innescando una serie di eventi che precipitano la sua vita rispettabile nel caos più completo.

“Auguri per la tua morte”

Tree Gelbman, una studentessa universitaria, viene uccisa il giorno del suo compleanno, nel campus dove studia. La ragazza, però, è costretta a rivivere all’infinito il giorno del suo omicidio, con tutti i suoi particolari, e l’unica soluzione al loop in cui sembra finita, è scoprire l’identità del suo assassino.

"Addio Fottuti Musi Verdi" arriva in tv: il film dei The Jackal in onda su Rai4
Saviano su
Saviano su "Addio Fottuti Musi Verdi": "Mi ha fatto venire una gran voglia di sperare"
Perché il film dei The Jackal è qualcosa di mai visto in Italia (e per questo dovresti andare a vederlo)
Perché il film dei The Jackal è qualcosa di mai visto in Italia (e per questo dovresti andare a vederlo)
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni