115 CONDIVISIONI
18 Aprile 2016
23:25

I vincitori dei David di Donatello 2016

L’edizione 2016 dei David ha premiato come Miglior film il campione d’incassi “Perfetti sconosciuti”, di Paolo Genovese, ma i mattatori della serata sono stati “Lo chiamavano Jeeg Robot” di Gabriele Mainetti e “Il racconto dei racconti”, di Matteo Garrone, che hanno portato a casa ben 7 statuette.
A cura di Ciro Brandi
115 CONDIVISIONI

La cerimonia dei David di Donatello 2016, condotta da Alessandro Cattelan, ha visto sfilare tantissimi ospiti e presentatori prestigiosi – Giuseppe Battiston, Stefano Accorsi, Paola Cortellesi, Saverio Costanzo, Matilda De Angelis, Christian De Sica, Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo, Anna Foglietta, Matilde Gioli, Valeria Golino, Francesco Pannofino, Nicola Piovani, Michele Placido, Vittoria Puccini, Gabriele Salvatores, Giuliano Sangiorgi, Toni Servillo e Vittorio Storaro. Il premio al Miglior film quest’anno, è andato al campione d'incassi "Perfetti sconosciuti", di Paolo Genovese, mentre quello per il Miglior regista lo ha vinto – contro ogni pronostico – Matteo Garrone per "Il racconto dei racconti", lasciandosi alle spalle Gianfranco Rosi, Paolo Sorrentino, Claudio Caligari e Paolo Genovese. Il talentuoso Gabriele Mainetti, invece, ha fatto suo il premio come Miglior regista esordiente per il suo – ormai già cult – "Lo chiamavano Jeeg Robot" mentre l'altro favorito, "Non essere cattivo", di Claudio Caligari, si è dovuto accontentare solo del David per il Miglior fonico di presa diretta.

Il trionfo degli attori di “Lo chiamavano Jeeg Robot”

“Lo chiamavano Jeeg Robot” ha fatto l’en plein anche per quanto riguarda i premi agli attori. Infatti, quello come Miglior attore protagonista è andato ad un emozionatissimo Claudio Santamaria mentre quello per la Migliore attrice protagonista è stato ritirato, a sorpresa, dall’ex gieffina Ilenia Pastorelli, che ha battuto la concorrenza di Sabrina Ferilli, Juliette Binoche e altre grandi star del cinema. Antonia Truppo e Luca Marinelli hanno vinto, rispettivamente i premi come Migliore attrice non protagonista e Miglior attore non protagonista. Un vero trionfo. “Il racconto dei racconti”, di Matteo Garrone, è riuscito a portare a casa, oltre al premio alla regia, altri 6 David per il Miglior autore della fotografia, Miglior scenografo, i Migliori costumi, Miglior trucco, Migliori acconciature e Migliori effetti digitali. Di seguito, tutti i vincitori divisi per categoria:

Miglior film

Perfetti sconosciuti, regia di Paolo Genovese

Miglior regista

Matteo Garrone – Il racconto dei racconti – Tale of Tales

Miglior regista esordiente

Gabriele Mainetti – Lo chiamavano Jeeg Robot

Migliore sceneggiatura

Paolo Genovese, Filippo Bologna, Paolo Costella, Paola Mammini e Rolando Ravello – Perfetti sconosciuti

Migliore produttore

Gabriele Mainetti per Goon Films, con Rai Cinema – Lo chiamavano Jeeg Robot

Migliore attrice protagonista

Ilenia Pastorelli – Lo chiamavano Jeeg Robot

Migliore attore protagonista

Claudio Santamaria – Lo chiamavano Jeeg Robot

Migliore attrice non protagonista

Antonia Truppo – Lo chiamavano Jeeg Robot

Migliore attore non protagonista

Luca Marinelli – Lo chiamavano Jeeg Robot

Migliore autore della fotografia

Peter Suschitzky – Il racconto dei racconti

Migliore musicista

David Lang – Youth – La giovinezza

Migliore canzone originale

Simple Song #3 – musica e testi di David Lang, interpretazione di Sumi Jo – Youth – La giovinezza

Migliore scenografo

Dimitri Capuani e Alessia Anfuso – Il racconto dei racconti

Migliore costumista

Massimo Cantini Parrini – Il racconto dei racconti

Migliore truccatore

Gino Tamagnini, Valter Casotto, Luigi d'Andrea e Leonardo Cruciano – Il racconto dei racconti

Migliore acconciatore

Francesco Pegoretti – Il racconto dei racconti

Migliore montatore

Andrea Maguolo, con la collaborazione di Federico Conforti – Lo chiamavano Jeeg Robot

Migliore fonico di presa diretta

Angelo Bonanni – Non essere cattivo

Migliori effetti digitali

Makinarium – Il racconto dei racconti

Miglior documentario

S is for Stanley – Trentanni dietro al volante per Stanley Kubrick, regia di Alex Infascelli

Miglior cortometraggio

Bellissima, regia di Alessandro Capitani

Premio David giovani

La corrispondenza, regia di Giuseppe Tornatore

115 CONDIVISIONI
David di Donatello 2016, Marinelli: "Non è un'emozione da poco"
David di Donatello 2016, Marinelli: "Non è un'emozione da poco"
292.141 di Eva Carducci
David di Donatello, le nomination: in testa Non essere cattivo e Lo chiamavano Jeeg Robot
David di Donatello, le nomination: in testa Non essere cattivo e Lo chiamavano Jeeg Robot
David di Donatello 2016, Alessandro Borghi: "Sono felice per i film che mi sono rimasti nel cuore"
David di Donatello 2016, Alessandro Borghi: "Sono felice per i film che mi sono rimasti nel cuore"
10.874 di Eva Carducci
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni