23 Agosto 2016
18:48

“Mulholland Drive” di Lynch miglior film del 21esimo secolo, la lista dei magnifici 100

Il capolavoro conturbante e complicatissimo di David Lynch è incoronato miglior film dal 2000 a oggi dalla BBC. Seguono “In the Mood for Love” e “Il petroliere”, in una lista che vede più Usa che Europa, un po’ d’Oriente e appena un titolo italiano: ovviamente, “La grande bellezza”.
A cura di Valeria Morini

Tempo di classifiche per la BBC, che ha stilato l'elenco dei 100 film più belli del 21esimo secolo. Una lista tutt'altro che facile, che ha incoronato re delle pellicole uscite dal 2000 a oggi "Mulholland Drive", il capolavoro di David Lynch uscito nel 2001 e interpretato da Naomi Watts e Laura Elena Harring. Una scelta destinata probabilmente a generare qualche perplessità nel grande pubblico, ma è indubbio che lo straordinario rompicapo lynchiano, quintessenza del cinema firmato dal visionario regista, sia un punto di non ritorno nella recente Storia del cinema.

"In the Mood for Love" e "Il petroliere" sul podio

Se il viaggio onirico in una Hollywood malata e conturbante di "Mulholland Drive" domina la classifica, segue al secondo posto un altro caposaldo adorato dai cinefili di tutto il mondo quale "In the Mood for Love", magnifico melo firmato dal Maestro del cinema di Hong Kong Wong Kar-wai. Medaglia di bronzo per "Il petroliere" di Paul Thomas Anderson, che fece guadagnare a Daniel Day-Lewis l'Oscar come miglior attore.

L'elenco vede dominare il meglio del cinema d'autore americano (i fratelli Coen, Wes Anderson, Paul Thomas Anderson, Christopher Nolan, Malick, Cronenberg, Linklater che si merita il quinto posto con il suo "Boyhood"), spesso a scapito dell'Europa, mentre colpisce la presenza di tanto vicino ed estremo Oriente (l'Iran di "Una separazione" e del compianto Kiarostami, la Corea del Sud di "Oldboy", la Turchia di "C’era una volta in Anatolia", il thailandese Apichatpong Weerasethakul citato ben tre volte), qualche scelta fa storcere il naso ("Brooklyn", ma perché?) e viene segnalata l'importanza del genere d'animazione ("La città incantata" di Hayao Miyazaki è addirittura al quarto posto).

"La grande bellezza" unico film italiano

E l'Italia? Il fatto che i tempi d'oro di Fellini e Visconti siano definitivamente tramontati lo ribadisce la presenza di un unico titolo nostrano nella lista (se escludiamo "Copia conforme", coproduzione Francia-Italia-Belgio): si tratta immancabilmente de "La grande bellezza" di Paolo Sorrentino, premiato con l'Oscar per il miglior film straniero e mosca bianca in un panorama cinematografico italico che stenta ancora a trovare il consenso internazionale. Ecco di seguito la lista completa dei cento titoli e le immagini dei migliori dieci.

I 100 migliori film del 21esimo secolo secondo BBC

1 Mulholland Drive (David Lynch, 2001)
2 In the Mood for Love (Wong Kar-wai, 2000)
3 Il petroliere (Paul Thomas Anderson, 2007)
4 La città incantata (Hayao Miyazaki, 2001)
5 Boyhood (Richard Linklater, 2014)
6 Se mi lasci ti cancello (Michel Gondry, 2004)
7 The Tree of Life (Terrence Malick, 2011)
8 Yi Yi: e uno….e due… (Edward Yang, 2000)
9 Una separazione (Asghar Farhadi, 2011)
10 A proposito di Davis (Joel e Ethan Coen, 2013)
10 Non è un paese per vecchi (Joel e Ethan Coen, 2007)
12 I figli degli uomini (Alfonso Cuarón, 2006)
12 Zodiac (David Fincher, 2007)
14 The Act of Killing (Joshua Oppenheimer, 2012)
15 4 mesi, 3 settimane, 2 giorni (Cristian Mungiu, 2007)
16 Holy Motors (Leos Carax, 2012)
17 Il labirinto del fauno (Guillermo Del Toro, 2006)
18 Il nastro bianco (Michael Haneke, 2009)
19 Mad Max: Fury Road (George Miller, 2015)
20 Synecdoche, New York (Charlie Kaufman, 2008)
21 The Grand Budapest Hotel (Wes Anderson, 2014)
22 Niente da nascondere (Michael Haneke, 2005)
22 Lost in Translation (Sofia Coppola, 2003)
24 The Master (Paul Thomas Anderson, 2012)
25 Memento (Christopher Nolan, 2001)
26 La 25esima ora (Spike Lee, 2002)
27 The Social Network (David Fincher, 2010)
28 Parla con lei (Pedro Almodóvar, 2002)
29. WALL-E (Andrew Stanton, 2008)
30 Oldboy (Park Chan-wook, 2003)
31 Margaret (Kenneth Lonergan, 2011)
32 Le vite degli altri (Florian Henckel von Donnersmarck, 2006)
33 Il figlio di Saul (László Nemes, 2015)
33 Il cavaliere oscuro (Christopher Nolan, 2008)
35 La tigre e il dragone (Ang Lee, 2000)
36 Timbuktu (Abderrahmane Sissako, 2014)
37 Lo zio Boonmee che si ricorda le vite precedenti (Apichatpong Weerasethakul, 2010)
38 City of God (Fernando Meirelles and Kátia Lund, 2002)
39 The New World (Terrence Malick, 2005)
39 I segreti di Brokeback Mountain (Ang Lee, 2005)
41 Inside Out (Pete Docter and Ronnie Del Carmen, 2015)
42 12 anni schiavo (Steve McQueen, 2013)
42 Amour (Michael Haneke, 2012)
42 Melancholia (Lars von Trier, 2011)
45 La vita di Adele (Abdellatif Kechiche, 2013)
45 Copia conforme (Abbas Kiarostami, 2010)
45 Leviathan (Andrey Zvyagintsev, 2014)
48 Brooklyn (John Crowley, 2015)
49 Adieu au langage – Addio al linguaggio (Jean-Luc Godard, 2014)
49. Inception (Christopher Nolan, 2010)
49 The Assassin (Hou Hsiao-hsien, 2015)
52 Tropical Malady (Apichatpong Weerasethakul, 2004)
53 Ida (Paweł Pawlikowski, 2013)
53 Moulin Rouge! (Baz Luhrmann, 2001)
53 C’era una volta in Anatolia (Nuri Bilge Ceylan, 2011)
56 Le armonie di Werckmeister (Bela Tarr and Ágnes Hranitzky, 2000)
56 Zero Dark Thirty (Kathryn Bigelow, 2012)
58 A History of Violence (David Cronenberg, 2005)
58 Bastardi senza gloria (Quentin Tarantino and Eli Roth, 2009)
58 Moolaadé (Ousmane Sembene, 2004)
58 Syndromes and a Century (Apichatpong Weerasethakul, 2006)
58 Under the Skin (Jonathan Glazer, 2013)
63 Fish Tank (Andrea Arnold, 2009)
63 La grande bellezza (Paolo Sorrentino, 2013)
63 Il cavallo di Torino (Bela Tarr and Ágnes Hranitzky, 2011)
66 Primavera, estate, autunno, inverno… e ancora primavera (Kim Ki-duk, 2003)
66 The Hurt Locker (Kathryn Bigelow, 2008)
68 Carol (Todd Haynes, 2015)
68 I Tenenbaum (Wes Anderson, 2001)
70 Stories We Tell (Sarah Polley, 2012)
70 Tabu (Miguel Gomes, 2012)
72 Before Sunset – Prima del tramonto (Richard Linklater, 2004)
72 Solo gli amanti sopravvivono (Jim Jarmusch, 2013)
74 Spring Breakers – Una vacanza da sballo (Harmony Korine, 2012)
75 Dogville (Lars von Trier, 2003)
75 Inherent Vice (Paul Thomas Anderson, 2014)
75 Lo scafandro e la farfalla (Julian Schnabel, 2007)
78 Almost Famous (Cameron Crowe, 2000)
78 Il ritorno (Andrey Zvyagintsev, 2003)
78 The Wolf of Wall Street (Martin Scorsese, 2013)
81 Il profeta (Jacques Audiard, 2009)
81 A Serious Man (Joel e Ethan Coen, 2009)
81 A.I. Intelligenza artificiale (Steven Spielberg, 2001)
81 Her (Spike Jonze, 2013)
81 Shame (Steve McQueen, 2011)
86 Il favoloso mondo di Amélie (Jean-Pierre Jeunet, 2001)
86 Lontano dal paradiso (Todd Haynes, 2002)
88 Spotlight (Tom McCarthy, 2015)
89 La mujer sin cabeza (Lucrecia Martel, 2008)
90 Alla ricerca di Nemo (Andrew Stanton, 2003)
90 Lasciami entrare (Tomas Alfredson, 2008)
90 Moonrise Kingdom (Wes Anderson, 2012)
90 Ratatouille (Brad Bird and Jan Pinkava, 2007)
90 L’assassinio di Jesse James per mano del codardo Robert Ford (Andrew Dominik, 2007)
90 Il pianista (Roman Polanski, 2002)
90 Il segreto dei suoi occhi (Juan José Campanella, 2009)
97 Dieci (Abbas Kiarostami, 2002)
97 Les glaneurs et la glaneuse (Agnès Varda, 2000)
97 White Material (Claire Denis, 2009)
100 Carlos (Olivier Assayas, 2010)
100 Requiem for a Dream (Darren Aronofsky, 2000)
100 Toni Erdmann (Maren Ade, 2016)

“Guardiani della Galassia” in cima alla lista dei film con più morti in assoluto
“Guardiani della Galassia” in cima alla lista dei film con più morti in assoluto
Morto l'attore Dean Stockwell, recitò in Dune e Velluto Blu di David Lynch
Morto l'attore Dean Stockwell, recitò in Dune e Velluto Blu di David Lynch
Le locandine dei migliori film di John Cusack
Le locandine dei migliori film di John Cusack
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni