30 Maggio 2014
22:49

Nastri d’Argento 2014: “Il capitale umano” domina con 8 nomination

Il film di Paolo Virzì è in pole con otto nomination, ma a ruota seguono “Smetto quando voglio” di Sydney Sibilia e “Song’ e Napule” dei Manetto Bros.
A cura di Ciro Brandi

Grandi titoli, quest’anno, in gara per la conquista dei Nastri d’Argento 2014. La cerimonia di premiazione si terrà a Taormina, il prossimo 28 giugno e in pole troviamo “Il capitale umano”, pellicola di Paolo Virzì, con ben otto nomination. Il Sindacato nazionale dei Giornalisti Cinematografici Italiani ha voluto premiare anche l’esordio alla regia di Sydney Sibilia con la commedia “Smetto quando voglio”, con Edoardo Leo a capo di una banda di sette cervelloni che, in tempo di crisi, decidono di formare una banda criminale per dare una svolta alla loro vita.

Non stupisce il numero di candidature raccolte anche da Song’e Napule, la nuova commedia dei Manetti Bros. con Giampaolo Morelli e Carlo Buccirosso, che sta raccogliendo consensi positivi unanimi da parte della critica e grande successo di pubblico, non solo in Campania. In gara ci sono anche Asia Argento e la sua creatura “Incompresa” e “Le Meraviglie” di Alice Rohrwacher, entrambe reduci dal Festival di Cannes 2014, dove la seconda ha fatto suo il Gran Premio della Giuria. Durante l’evento, saranno assegnati anche i Nastri alla Carriera a Francesco Rosi, Piero Tosi e Marina Cicogna, un Premio Speciale a Ettore Scola e il Nastro dell'Anno a “La sedia della felicità”, del compianto maestro Carlo Mazzacurati. Di seguito trovate le nomination delle categorie più importanti:

Regista del miglior film

Daniele Luchetti (“Anni felici”)

Ferzan Ozpetek (“Allacciate le cinture”)

Alice Rohrwacher (“Le meraviglie”)

Paolo Virzì (“Il capitale umano”)

Edoardo Winspeare (“In grazia di Dio”)

Miglior regista esordiente

Emma Dante (“Via Castellana Bandiera”)

Fabio Grassadonia, Antonio Piazza (“Salvo”)

Fabio Mollo (“Il sud è niente”)

Pif – Pierfrancesco Diliberto (“La mafia uccide solo d'estate”)

Sebastiano Riso (“Più buio di Mezzanotte”)

Sydney Sibilia (“Smetto quando voglio”)

Commedia

La mossa del pinguino” (Claudio Amendola)

Smetto quando voglio” (Sydney Sibilia)

“Song'e Napule” (Manetti Bros.)

Sotto una buona stella” (Carlo Verdone)

Tutta colpa di Freud” (Paolo Genovese)

Produttore

Fabrizio Donvito, Benedetto Habib, Marco Cohen (Indiana Production) con Motorino Amaranto (e Rai Cinema) per “Il capitale umano

Mario Gianani e Lorenzo Mieli (Wildside) con Rai Cinema per “La mafia uccide solo d’estate” e “Incompresa”

Carlo Cresto-Dina (Tempesta) con Rai Cinema per “Le Meraviglie

Massimo Cristaldi, Fabrizio Mosca per “Salvo

Domenico Procacci, Matteo Rovere (con Rai Cinema) per “Smetto quando voglio”

Soggetto

Antonio Morabito(“Il venditore di medicine”)

Edoardo Winspeare, Alessandro Valenti (“In grazia di Dio”)

Michele Astori, Pierfrancesco Diliberto, Marco Martani (“La mafia uccide solo d’estate”)

Alessandro Rossetto, Caterina Serra (“Piccola patria”)

Daniela Gambaro, Matteo Oleotto, Pier Paolo Piaciarelli (“Zoran, il mio nipote scemo”)

Sceneggiatura

Daniele Luchetti, Sandro Petraglia, Stefano Rulli e Caterina Venturini (“Anni felici”)

Nicola Lusuardi, Marco Simon Puccioni, Heidrun Schleef (“Come il vento”)

Paolo Virzì, Francesco Bruni, Francesco Piccolo (“Il capitale umano”)

Asia Argento, Barbara Alberti (“Incompresa”)

Alice Rohrwacher (“Le Meraviglie”)

Attore Protagonista

Fabrizio Bentivoglio, Fabrizio Gifuni (“Il capitale umano”)

Elio Germano (“L’ultima ruota del carro”)

Edoardo Leo (“La mossa del pinguino”, “Smetto quando voglio”, “Ti ricordi di me?”)

Giampaolo Morelli, Alessandro Roja (“Song’e Napule”)

Kim Rossi Stuart (“Anni felici”)

Attrice protagonista

Valeria Bruni Tedeschi (“Il capitale umano”)

Celeste Casciaro (“In grazia di Dio”)

Paola Cortellesi (“Sotto una buona stella”)

Valeria Golino (“Come il vento”)

Kasia Smutniak (“Allacciate le cinture”)

Attore non protagonista

Carlo Buccirosso, Paolo Sassanelli (“Song’e Napule”)

Alessandro Haber (“L’ultima ruota del carro”)

Ricky Memphis (“La mossa del pinguino”)

Giorgio Pasotti (“Sapore di te”, “Nottetempo”, “Un matrimonio da favola”)

Filippo Timi (“Un castello in Italia”)

Attrice non protagonista

Cristiana Capotondi (“La mafia uccide solo d’estate”)

Claudia Gerini (“Maldamore”, “Tutta colpa di Freud”)

Giuliana Lojodice, Claudia Potenza (“Una piccola impresa meridionale”)

Paola Minaccioni (“Allacciate le cinture”)

Micaela Ramazzotti (“Più buio di mezzanotte”)

Nastri d'Argento, Virzì in testa con 8 nomination, seguono i Manetti Bros
Nastri d'Argento, Virzì in testa con 8 nomination, seguono i Manetti Bros
Nastri d’Argento 2014: “Il capitale umano” di Virzì porta a casa sei premi
Nastri d’Argento 2014: “Il capitale umano” di Virzì porta a casa sei premi
Nastri d'argento 2022, tutte le candidature: Martone e Sorrentino fanno incetta di nomination
Nastri d'argento 2022, tutte le candidature: Martone e Sorrentino fanno incetta di nomination
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni