25 Dicembre 2014
17:11

I 10 migliori film del 2014: in testa “American Hustle” e “The Wolf Of Wall Street”

Questo 2014 ricchissimo di cinema ci sta per lasciare ma noi di Fanpage, come ogni anno, abbiamo preparato la Top Ten dei nostri 10 migliori film, quelli che ci hanno fatto emozionare, sognare, divertire e anche versare qualche lacrima, in attesa di un 2015 che si preannuncia colmo di potenziali blockbuster.
A cura di Ciro Brandi

Finalmente ci siamo. Questo 2014 di grande cinema sta per terminare e noi di Fanpage abbiamo stilato la Top Ten dei nostri film preferiti, quelli che riteniamo siano stati i migliori di questo ricchissimo anno. Non è stato assolutamente facile, anche perchè nelle sale italiane sono approdati tantissimi bei film e non sarebbe bastata una Top 100 per includerli tutti. Senza alcun dubbio, uno dei più belli in assoluto è stato "American Hustle – L'apparenza inganna", di David O. Russell, con un cast fatto solo di stelle, ma anche "The Wolf of Wall Street", che ha praticamente infiammato il botteghino. "Dallas Buyers Club" e "12 anni schiavo" hanno conquistato pubblico, critica e Oscar, ma meritatamente, dato che si tratta davvero di due capolavori assoluti che vale la pena vedere, qualora non l'aveste già fatto. Non vogliamo anticiparvi le altre posizioni, ma aspettiamo i vostri commenti per arricchire la nostra classifica con i vostri film preferiti, in attesa di un 2015 che si preannuncia ancora più ricco dell'anno che ci sta per lasciare.

“American Hustle – L’apparenza inganna”

Il film diretto da David O. Russell è incentrato su eventi reali e racconta l'operazione Abscam, creata dall'F.B.I. verso la fine degli anni settanta per indagare sulla corruzione dilagante nel Congresso degli Stati Uniti d'America e in altre organizzazioni governative. La pellicola è stata premiata con tre Golden Globe, tre BAFTA e ha ottenuto ben dieci nomination all'Oscar 2014, senza tuttavia vincerne nemmeno uno. Il cast è sensazionale e comprende Christian Bale, Bradley Cooper, Jennifer Lawrence, Amy Adams, Jeremy Renner, Robert De Niro e tantissimi altri bravi attori. La distribuzione in Italia è iniziata il 1° gennaio 2014, e se l’avete perso, correte a recuperarlo.

“The Wolf of Wall Street”

Martin Scorsese ha diretto e prodotto questo esorbitante blockbuster con protagonista Leonardo DiCaprio,  nei panni di Jordan Belfort, uno dei broker di maggior successo nella storia di Wall Street. La pellicola segna la quinta collaborazione tra Scorsese e DiCaprio ed è l'adattamento dell'omonima autobiografia di Jordan Belfort. Nelle nostre sale è uscito il 23 gennaio 2014 e si è classificato primo al box office con un incasso di 3,8 milioni di euro nel primo week end di programmazione, arrivando ad incassare in totale 15 milioni. Negli Stati Uniti il film ha incassato 116 milioni di dollari, il terzo maggiore incasso per Scorsese dopo “The Departed – Il bene e il male” e “Shutter Island”, tutti con DiCaprio come protagonista. In totale, “The Wolf of Wall Street” ha incassato nel mondo circa 392 milioni di dollari. DiCaprio ha ricevuto il Golden Globe come Miglior attore in un film commedia o musicale e la nomination agli Oscar, conquistato, però, da Matthew McConaughey.

 

“Dallas Buyers Club”

Jean-Marc Vallée ha scelto come protagonisti Matthew McConaughey e Jared Leto, centrando il bersaglio in pieno. La pellicola ha ricevuto la nomination come Miglior film agli Oscar 2014, statuetta che andrà però al film di Steve McQueen, “12 anni schiavo”. In compenso vincono il premio sia McConaughey, come Miglior attore protagonista, che Leto, come Miglior attore non protagonista. Per chi non l’avesse mai visto, il film ripercorre la storia vera di Ron Woodroof, un elettricista e cowboy omofobico che nel 1986 scopre, per via di uno stile di vita non proprio perfetto, di essere positivo all’HIV, avendo contratto quella che allora veniva definita “la malattia dei gay”. Da allora, cercherà di trovare la cura con farmaci ancora in via di sperimentazione. Il film si è aggiudicato anche la statuetta per il Miglior trucco. Il rilascio nelle sale italiane è avvenuto il 30 gennaio 2014, con il divieto ai minori di 14 anni.. Negli Stati Uniti è stato vietato ai minori di 17 anni non accompagnati da un adulto per linguaggio pervasivo, alcuni contenuti volgari, nudità e uso di droghe.

 

“12 anni schiavo”

Steve McQueen è il regista di questa fenomenale e commovente pellicola. Tratta dall'omonima autobiografia di Solomon Northup, opera del 1853, la pellicola ha vinto il premio Oscar come Miglior film nel 2014. McQueen ci porta in questo emozionante, vero e doloroso percorso che esamina la condizione degli schiavi afro-americani nel periodo prima della guerra civile, senza risparmiare nulla di ciò che realmente accadde non solo a Northup, che ebbe la fortuna di sopravvivere a quel rapimento dell’aprile del 1841, ma anche a chi ebbe una sorte ben diversa. Gli interpreti principali sono Chiwetel Ejiofor nel ruolo del protagonista, Michael Fassbender, Benedict Cumberbatch, Paul Dano, Paul Giamatti, Brad Pitt, quest'ultimo anche produttore della pellicola, e Lupita Nyong'o, vincitrice dell'Oscar come Migliore attrice non protagonista. Sensazionale.

 

“Lei – Her”

Scritto e diretto da Spike Jonze, con protagonista Joaquin Phoenix, “Lei – Her” si è aggiudicato il premio Oscar per la Miglior sceneggiatura originale. Il film descrive un futuro non troppo lontano nel quale i computer hanno un ruolo di primissimo piano nella vita delle persone. Tuttavia l'uscita sul mercato di un nuovo sistema operativo provvisto di intelligenza artificiale, in grado perfino di apprendere ed elaborare emozioni, rivoluziona inaspettatamente il rapporto con la tecnologia. La voce originale del sistema operativo è quella di Scarlett Johansson, che in italiano è stata doppiata da Micaela Ramazzotti. in Italia è uscito il 14 marzo 2014.

 

“Grand Budapest Hotel”

Grand Budapest Hotel”, diretto da Wes Anderson, è stato scelto come film d'apertura della 64esima edizione del Festival Internazionale del Cinema di Berlino, aggiudicandosi anche il Gran premio della giuria. Il film è pieno di personaggi folli e dalle mille sfaccettature, che ruotano attorno ai due protagonisti principali, il concierge dell’albergo Gustave H. e il portantino Zero Moustafa, nel periodo compreso tra le due guerre mondiali. Anderson, per raccontare questa nuova storia, ha tratto ispirazione dalla vicenda personale di un suo strampalato amico, dalle commedia degli anni ‘30 e dalle memorie dello scrittore viennese Stefan Zweig. in Italia è stato distribuito, dalla 20th Century Fox, a partire dal 10 aprile 2014. Recuoeratelo, qualora non l’aveste ancora visto, dato che è candidato anche a 4 Golden Globe 2015. Un vero piccolo gioiello.

 

“Boyhood”

La lavorazione dell’opera di Richard Linklater è durata 12 anni, dal 2002 al 2013. Tutto questo tempo gli è servito per raccontare la crescita di Mason (interpretato da Ellar Coltrane) e il rapporto con i genitori divorziati (interpretati da Ethan Hawke e Patricia Arquette). Il film ha partecipato, in concorso, alla 64esima edizione del Festival di Berlino, dove Linklater ha vinto l'Orso d'argento per il miglior regista. E’ candidato a 5 Golden Globe 2015.

 

“Lo sciacallo – Nightcrawler”

L’esordio da regista di Dan Gilroy è semplicemente spiazzante. “Lo sciacallo – Nightcrawler” è un film straordinario, ma quello che sbalordisce di più è la trasformazione del protagonista Jake Gyllenhaal che ha dovuto perdere 10 kg per interpreta Lou Bloom, un uomo che sarà travolto dalla frenesia del giornalismo d’assalto  di Los Angeles, fino a spingersi ben oltre il limite (anche della legge). ll film è stato presentato in anteprima mondiale al Toronto International Film Festival, l'11 settembre 2014, poi è stato distribuito nelle sale cinematografiche statunitensi a partire dal 31 ottobre 2014 e in quelle italiane dal 13 novembre. Gyllenhaal ha ricevuto una meritata nominaton ai Golden Globe 2015 come  Miglior attore in un film drammatico.

 

“L’amore bugiardo – Gone Girl”

Il protagonista del film di David Fincher è Ben Affleck, nei panni di un marito accusato dell’omicidio della moglie scomparsa improvvisamente mentre si apprestavano a festeggiare il loro quinto anniversario. La pellicola è l’adattamento cinematografico dell’omonimo romanzo, scritto nel 2012 da Gillian Flynn, che cura anche la sceneggiatura del film. Solo negli USA, il libro ha venduto quasi due milioni di copie ed è diventato un caso editoriale. Il film è stato rilasciato nelle nostre sale il 2 ottobre 2014.

 

“Lo Hobbit – La Battaglia delle Cinque Armate”

Peter Jackson ha diretto e scritto – Fran Walsh, Philippa Boyens e Guillermo del Toro – questo terzo e conclusivo capitolo della trilogia cinematografica basata sull'ultima parte del libro “Lo Hobbit”, di J.R. R. Tolkien. Il film è stato preceduto da “Lo Hobbit – Un viaggio inaspettato” (2012) e “Lo Hobbit – La desolazione di Smaug” (2013) ed è arrivato nelle sale italiane e americane dal 17 dicembre 2014 nei formati 2D, 3D, HFR 3D e IMAX 3D. La pellicola non ha assolutamente deluso le aspettative e Jackson ha fatto decisamente le cose in grande per concludere nel migliore dei modi quest’altra trilogia con un’immensa battaglia finale che lascia davvero senza fiato.

 
The Wolf of Wall Street e Frozen sono i film più piratati del 2014
The Wolf of Wall Street e Frozen sono i film più piratati del 2014
Boom di The Voice of Italy, record stagionale e testa a testa con Velvet
Boom di The Voice of Italy, record stagionale e testa a testa con Velvet
Leonardo DiCaprio e Rihanna, serata bollente: è nata una nuova coppia?
Leonardo DiCaprio e Rihanna, serata bollente: è nata una nuova coppia?
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni